Problemi in vista per il centrocampo bianconero. 

Inizia in salita anzi, non inizia per niente, la seconda stagione in bianconero del centrocampista brasiliano. 

Come vi avevamo anticipato ieri parlando di Arthur, nella giornata di mercoledì sono stati effettuati vari test medici e le consuete visite di controllo.
Queste hanno evidenziato che la calcificazione alla gamba destra tra tibia e perone è diffusa e che il giocatore deve per forza operarsi. 

Il brasiliano verrà operato già oggi a Torino alla Fornaca dal dottor Raimondo Piana.
Arthur spera di rimettersi il prima possibile e tornare a disposizione di Allegri tra 2-3 mesi al massimo. 

Svanita quindi la possibilità di recuperare solo con la terapia e con lavori separati in palestra, come aveva già fatto durante tutta l’estate.

E c’è già chi parla di un errore di gestione. 

Vista la situazione e lo stop estivo, considerato che Arthur non è stato convocato dalla nazionale brasiliana per la Copa America, perchè non è stata fissata prima l’operazione? 
Il giocatore ha puntato su una terapia conservativa ma purtroppo il dolore non lo ha mai abbandonato e quello di ieri è stato il test decisivo con il primo allenamento sul campo. 

COME CAMBIA IL MERCATO

La situazione però incide anche sul mercato del centrocampo juventino. 
Il brasiliano potrebbe avere un recupero molto rapido e tornare in campo già prima di ottobre ma, l’arrivederci forzato alla squadra, costringerebbe la società a non fare cessioni. 

Se Locatelli resta quindi l’obiettivo di mercato numero uno, le partenze di Bernardeschi e Ramsey iniziano a vacillare.
Il reparto mediano, già apparso in lieve difficoltá nella stagione precedente, ha bisogno di un rinforzo. 
Per questo i bianconeri vogliono accellerare la trattativa con il Sassuolo per non lasciarsi sfuggire l’occasione.

Oltre a questo non sono previsti peró grandi movimenti sul mercato e quindi, nonostante questa brutta tegola, le strategie della Juventus non dovrebbero subire grandi variazioni. 

Certo è che con l’arrivo di Locatelli il brasiliano rischierebbe di restare fuori dalla lista Champions.