• Tempo di lettura:2Minuti

È durato poco più di un’ora l’incontro tra la dirigenza bianconera e l’entourage di Paulo Dybala. 

Il summit per discutere il tanto atteso rinnovo dell’argentino ha dato però esito negativo. Si conclude quindi con una fumata nera la telenovela che stava tenendo banco ormai dal mese di giugno. 

Stando a quanto riportato da Giovanni Guardalà dalla Continassa, la proposta della dirigenza bianconera a Dybala avrebbe previsto una parte fissa più bassa rispetto all’attuale contratto (circa 6 milioni di euro) oltre a una serie di bonus che se raggiunti porterebbe il giocatore a guadagnare una cifra intorno ai 10 milioni, ossia quella già pattuita a voce nello scorso ottobre.

Non avendo raggiunto l’accordo sperato Dybala lascerà quindi i bianconeri al termine di questa stagione. 

A tal proposito si fanno sempre più concrete le voci che, per l’anno prossimo, lo vedrebbero vestire la maglia dell’Inter dove Marotta, suo estimatore già negli anni alla Juve, lo attende a braccia aperte.

Finisce quindi nel peggiore dei modi, il giocatore partirà a parametro zero, un rapporto che andava avanti dal 2015 quando la Juve acquistó la Joya giovanissimo dal Palermo per 32 milioni di euro più 8 di bonus. 

Un sodalizio quello con la Juve che lo ha portato da subito nel cuore di tutti i tifosi per le sue indiscutibili doti tecniche. 

Fino alla passata stagione quando, il Covid e l’ennesimo infortunio, ne hanno condizionato pesantemente il rendimento fino a lasciarlo a lungo fuori dal campo e ad attirare non molte simpatie in particolare da parte del nuovo ad Arrivabene. 

La fine di un rapporto che lascia sicuramente l’amaro in bocca soprattutto se Dybala decidesse andare realmente all’Inter.

Ma si sa il Dio denaro tesse ancora le fila del calcio e come si suol dire “i giocatori vanno e vengono, la squadra resta”.