• Tempo di lettura:3Minuti

Vincenzo Italiano ha presentato la sfida di Marassi contro la Sampdoria in conferenza stampa. Ecco le dichiarazioni complete del tecnico viola

Che tipo di gara sarà con la Sampdoria?

“Puntualmente tutte le tabelle vengono stravolte, le partite vanno giocate e interpretate. Giocheremo dopo le altre, ma la nostra preparazione resta la stessa: dobbiamo fare più punti possibili. Con la Roma abbiamo portato a casa il bottino pieno, in queste ultime due gara dobbiamo sbagliare il meno possibili. Dobbiamo cercare di finire in bellezza”.

Si aspetta qualcosa in più dai leader?

“Allenarsi e preparare le partita con una settimana tipo è diverso. Andiamo a giocare contro una squadra che in casa dà l’anima, l’ho vista sempre trasformata in casa. Quello stadio trascina, la squadra è di qualità, hanno avuto difficoltà ma hanno la possibilità di rimediare contro di noi. Se è in giornata la Samp in casa può fare male a tutti. Lunedì dobbiamo essere tutti leader, tutti all’altezza della situazione: dobbiamo mettere in campo le nostre qualità e portare a casa 6 punti nelle ultime due giornate per avere almeno la coscienza pulita e per non avere rimpianti.”

Dovrete essere più sfrontati?

“Forse qualcuno si sarebbe aspettato una Fiorentina meno arrembante con la Roma, ma il nostro gioco è sempre stato questo da inizio campionato. Dovremo stare molto attenti sulla fase di non possesso: ho paura degli attaccanti della Samp. Spesso fuori casa non riusciamo a fare belle prove perché spesso prendiamo gol ma per l’ultima trasferta dovremo essere al massimo della concentrazione”.

La concretezza degli esterni quanto può essere migliorata?

“Mancano pochi allenamenti, la stagione sta per terminare. Ci siamo portati dietro questo difetto, anche se contro la Roma dopo 10 minuti eravamo in vantaggio di due gol. Tutti dobbiamo sempre migliorare, alzare l’asticella. In futuro dobbiamo essere molto più esigenti, perché quest’anno abbiamo buttato una marea di occasioni. Con la Roma siamo stati concreti, mi auguro che sia così anche nelle ultime due: meglio tardi che mai”.

Torreira da confermare in vista della prossima stagione?

“Il play è il fulcro della squadra, se gira il centrocampo, gira tutta la squadra. E’ una regola del calcio, un principio base. Sia Torreira che Amrabat hanno sempre risposto bene, Lucas ha dato equilibrio ed è riuscito anche a fare gol. Sono due giocatori diversi per caratteristiche, abbiamo cercato di alternarli. Torreira ha dimostrato di essere importante, ha una qualità esagerata e si è scoperto anche bomber. Non ci sono dubbi per quello che potrà dare in futuro a questa squadra. Come detto per gli esterni, anche in mezzo al campo si può migliorare”.

Seguici anche su Per Sempre News