Una serata da dimenticare per la Lazio: i biancocelesti, dopo la dura sconfitta subita contro il Milan in campionato, steccano anche l’esordio in Europa League. La squadra di Maurizio Sarri, in alto mare, non è riuscita ad espugnare il Türk Telekom Stadyumu, pieno di tifosi del Galatasaray. Il protagonista a suo malgrado è stato Thomas Strakosha, alla sua prima da titolare quest’anno. L’albanese ha dato in mano la vittoria ai turchi grazie a una sua papera.

Al minuto 66 infatti Lazzari, a causa del pressing alto dei padroni di casa, passa un palla alta al numero 1 che tenta di bloccare ma fa cilecca e la palla entra in porta. Da ieri sera le immagini del clamoroso errore hanno fatto il giro dei social, rendendo difficile la vita da portiere di Thomas Strakosha. Perché l’albanese è arrivato a questo punto se fino a due anni fa era il titolarissimo della Lazio di Inzaghi?

L’arrivo alla Lazio e il posto da titolare con Inzaghi

Arrivato cinque anni fa a Formello, nel 2016, Thomas Strakosha è riuscito a conquistare la fiducia di Simone Inzaghi ed è entrato a piccoli passi nel cuore dei tifosi biancocelesti. La partita che ricordano tutti come impeccabile, nonostante il gol subito, è stata quella contro la Juventus, quando la Lazio è riuscita ad espugnare l’Allianz Stadium con il risultato di 1-2. Quel 14 ottobre 2017, la squadra del tecnico piacentino stava cominciando a far vedere i denti e quel pomeriggio a Torino si è fatta valere. Prima il gol di Douglas Costa e poi la doppietta di Immobile sembravano aver chiuso il match ma arriva il fallo di Patric in area di rigore e Dybala tira dal dischetto il possibile pallone del 2-2. Quando però l’argentino calcia, Strakosha para e viene sommerso dai suoi compagni, orgogliosi di lui.

L’arrivo di Pepe Reina e il passaggio in panchina

Stessa scena di ieri sera in Turchia, con alcuni dei compagni di quella partita e altri nuovi, che lo accerchiano e provano ad abbracciarlo per provare a consolare il loro amico. Una scena che ha fatto capire quanto il gruppo sia unito ma quanto il ragazzo stia vivendo male la sua vita alla Lazio. Dal 2016 il portierone ha salvato tanti altri risultati e ha vinto ben tre coppe con Inzaghi ma dall’anno scorso qualcosa è cambiato. L’albanese, con alle spalle 178 partite, 212 gol subiti e 51 sfide senza subire gol, sta vivendo un crollo.

Il numero 1 non giocava dal primo minuto in una gara ufficiale dal 23 maggio scorso, dal 2-0 subito in casa del Sassuolo, dopo una stagione quasi sempre in panchina, surclassato da Pepe Reina. Il portiere spagnolo ha subito fatto breccia nel cuore dei biancocelesti e ha fatto cambiare le idee a Simone Inzaghi. Il numero 1 infatti ha giocato solo 8 partite in campionato e ha subito ben 12 reti: il tecnico piacentino ha sempre deciso di schierare l’esperienza, a discapito dell’albanese.

Il problema rinnovo del contratto: Strakosha andrà via a gennaio?

Poi il rinnovo di contratto che non arriva, la voglia di giocare altrove e le dichiarazioni in estate che allontanano Strakosha dalla sua Lazio. La Lazio, con Tare che lo portò a Roma dopo la segnalazione del padre di Thomas, Fotaq, suo compagno nella nazionale albanese, è sempre decisa a mantenere il rapporto fino al 2025. I dubbi del portiere biancoceleste però non sembrano risolversi a Roma. Sicuramente la papera in Europa League gli ha fatto capire quanto sia importante allontanarsi dalla capitale. Magari facendo le valigie già da gennaio: quella contro il Galatasaray non è stato solo una Stra-papera ma un pallone avvelenato, così come l’ultima stagione in biancoceleste.