Torna la Champions League e questa sera, per il girone H, la Juventus sfiderà il Chelsea alle ore 21 nella cornice dell’Allianz Stadium. 

Archiviato il campionato, dove i bianconeri hanno finalmente trovato la vittoria contro la Sampdoria, gli uomini di Allegri si trovano a dover affrontare un avversario complicato. 
Il Chelsea é campione d’Europa in carica e in estate ha rafforzato ulteriormente la rosa con l’acquisto dall’Inter di Romelo Lukaku

Intervistato ieri dai microfoni di SkySport, Allegri ha sottolineato come si tratti di un avversario ostico, molto fisico, dotato di grande tecnica e molto forte sulle palle inattive. 
Insomma una partita di alto livello in cui non sono ammesse distrazioni, quelle che finora hanno spesso condizionato le prestazioni dei bianconeri. 

CHI SCHIERERÀ ALLEGRI

A questa domanda il tecnico livornese ha risposto così: “Ho dubbi di formazione, ho le idee confuse. Potrei stravolgere la formazione. Deciderò la mattina stessa“.

L’idea strana come l’ha definita lui stesso potrebbe essere un 3-5-2 con Kean che non partirebbe titolare e un Bernardeschi schierato come falso nove?! 
Cosa dovranno aspettarsi dunque i tifosi? 

Il primo dubbio riguarda proprio l’attacco dove gli infortuni di Dybala e Morata portano ad assenze importanti. 
Il testimone d’attacco passa quindi alla giovane coppia Kean-Chiesa nel 4-4-2 scelto dal tecnico. In difesa, per contenere i blues, si va verso la linea a 4 con la coppia centrale formata da Bonucci e Chiellini, quest’ultimo già in grado di contenere il belga agli europei. 
De Light dovrebbe quindi partire dalla panchina.
Confermato Rabiot come esterno di sinistra, assente invece Ramsey a causa di un problema muscolare. 
In porta dopo la parentesi di Perin, torna Szczesny. 

4-4-2: Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado, Bentancur, Locatelli, Rabiot; Chiesa, Kean

GLI UOMINI DI TUCHEL 

Anche Allegri ha lodato il lavoro svolto da Tuchel oltre che per gli importanti risultati raggiunti ma anche per la solidità che ha saputo dare alla squadra. 
Differentemente dalla Juve, il Chelsea viene da una sconfitta in campionato contro il City  ma nel girone eguaglia i bianconeri a quota 3 punti.
Il tecnico tedesco, che ha dichiarato di nutrire molto rispetto per la Juventus, dovrà fare a meno di un elemento fondamentale come Kantè positivo al Covid. 
Nella retroguardia a tre spazio dunque a Christensen, Thiago Silva e Rudiger davanti a Mendy. A centrocampo insieme a Jorginho, sempre più nel ruolo di regista, ci saranno Loftus Cheek e Kovacic, mentre davanti la garanzia del posto da titolare spetta solo a Lukaku. A fianco a lui sarà ballottaggio con Havertz in vantaggio su Werner.

(3-5-2)Mendy; Christensen, Thiago Silva, Rudiger; Azpilicueta, Loftus Cheek, Jorginho, Kovacic, Alonso; Havertz, Lukaku.

A dirigere il match ci sarà lo spagnolo Gil Manzano coadiuvato da Barbero e Nevado. 
La partita sarà visibile in esclusiva su Amazon Prime Video con il commento tecnico di Piccinini e Ambrosini.