Antonio Cassano ci ha preso gusto. Ogni volta che apre bocca, la spara sempre più grossa. Dopo aver attaccato Totti, si è scagliato nuovamente contro Beppe Marotta e stavolta anche contro Zdenek Zeman.

Il tecnico boemo aveva difeso Francesco Totti. Cassano non ha gradito: “Zeman? Si è svegliato dall’oltretomba. Non ho mai invidiato nessuno: ho una famiglia stupenda, il grano l’ho fatto e gioco a padel. In Italia ci sono troppi leccaculo. Marotta? Deve ringraziare a me se è andato alla Juventus, perché i risultati che ha ottenuto con la Sampdoria se li sogna ancora la notte”.

E ha rincarato la dose: “Marotta, per me, è un incompetente di calcio: non conosceva neanche i calciatori della Sampdoria. La sua unica dote è solo quella di essere un grande gestore della stampa”.

L’ex (da ormai un pezzo) calciatore di Inter, Milan, Parma, Sampdoria, Roma, Real Madrid e Bari aveva dichiarato che tra 20 anni nessuno si sarebbe più ricordato di Francesco Totti. Di Cassano se ne parlerà per decenni, ma di certo non per le sue gesta in campo…