• Tempo di lettura:2Minuti

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Fabio Cannavaro è intervenuto sulla querelle che riguarda il rinnovo di Kalidou Koulibaly con il Napoli. Il centrale ivoriano dovrebbe essere al centro della difesa partenopea, punto di riferimento degli azzurri che, con la sua possibile partenza e l’addio di Insigne perderebbero non soltanto qualità, ma anche identità e personalità.

Il mercato è insidioso: Koulibaly e le sue difficoltà di rinnovo sono finite sulle scrivanie di mezza Europa con l’ovvia ripercussione di aver ingolosito tutti i maggiori club europei. Uno scenario che Cannavaro vorrebbe scongiurare sul nascere:  

“Kalidou è forte. Centrali come lui in giro è difficile trovarli ed è dunque complicato sostituirli.”

Il Campione del Mondo 2006 è dunque perentorio, anche se lascia margine di giustificazione all’atteggiamento del presidente De Laurentiis, chiamato a gestire il lato economico della società:

“Capisco anche De Laurentiis che deve far quadrare i conti e non è semplice. Ma a volte per cercare di risparmiare, rischi anche di spendere di più”

Un forte colpo al cerchio da parte di Cannavaro, ma anche uno alla botte. Il mercato ribolle, Koulibaly è un campione che può sistemare parecchi reparti arretrati in giro per l’Europa, ma la trattativa per il rinnovo è apertissima. La palla adesso è nelle mani di De Laurentiis…