• Tempo di lettura:2Minuti

Dopo una trattativa che sembrava dovesse prolungarsi in un braccio di ferro, Ainsley Maitland-Niles ha detto si alla Roma. Mourinho e Pinto, dopo la trattativa estiva per Xhaka di quest’estate finita in malo modo, avevano lanciato un ultimatum di 72 ore ai Gunners ed al giocatore inglese.

Proprio ieri mattina, l’incontro tra l’inglese ed il tecnico dell’Arsenal Arteta ha sbloccato la trattativa, conclusa poi in pochissime ore con lo scambio di documenti tra i due club.

Niles arriva alla Roma grazie ad un affare low cost: prestito secco fino a giugno per 500mila, con ulteriori 500mila euro di bonus all’Arsenal. La Roma pagherà lo stipendio del giocatore fino a giugno. Operazione che sembra essere stata accelerata dalle parti per portare subito il giocatore a Roma, ma che tra qualche mese potrebbe essere ridiscussa anche su un ipotetico diritto di riscatto.

Nelle prossime ore verranno effettuate le visite mediche a Londra. Per l’inglese, guarito qualche giorno fa dal Covid, basterà solo un tampone negativo per essere fin da subito a disposizione di Mourinho e compagni. Difficile sia pronto per la trasferta di Milano, sarà quindi arruolabile per la partita del 9 gennaio contro la Juventus.

Classe 1997, Niles fino ad ora ha totalizzato 11 presenze in questa stagione tra campionato e coppa, con una media di 33 minuti a partita, totalizzando un assist. Originariamente centrocampista, l’inglese negli anni ha coperto quasi tutti i ruoli sulle fasce. Il centrocampista di destra sembra essere la posizione migliore per lui. In carriera proprio in quel punto del campo infatti ha totalizzato 81 presenze impreziosite da 8 gol e 12 assist.

Mourinho sorride ancora una volta alla Premier, Ainsley Maitland-Niles è un nuovo giocatore della Roma. Un’ operazione “leggera” per le casse giallorosse, che permetterà a Pinto di investire tutto il budget di gennaio sul tanto richiesto mediano di centrocampo.