• Tempo di lettura:2Minuti

Sven Botman ha parlato del suo trasferimento al Newcastle in un’intervista concessa al De Telegraaf, in cui ha spiegato le ragioni che hanno portato a rifiutare il passaggio al Milan, squadra che lo ha corteggiato a lungo.

“Alla fine, l’ambizioso progetto del Newcastle, combinato con il fatto di giocare in Premier League, è stato il fattore decisivo. Ho sognato per tutta la vita di giocare nel campionato inglese. Anche il Milan mi dava buone sensazioni, ma il Newcastle alla fine mi è sembrato un po’ meglio. In Inghilterra il calcio è diverso rispetto alla Francia, tutto ruota intorno al calcio. Non sono un giocatore così famoso, ma in strada mi hanno riconosciuto e hanno voluto parlarmi. I fans mi hanno accolto calorosamente anche allo stadio e al centro di allenamento, e non sono abituato a questo”.

Potevi già trasferirti a gennaio?

“Volevo trasferirmi a Newcastle già a gennaio, perché treni come questi passano una sola volta, lo so che è un po’ un cliché ma è così. Per me il Newcastle era una grande opportunità, ma il club ha voluto tenermi. Alla fine ho potuto dire addio al Lille nel modo giusto, il club lo meritava. Restare poi non era certo una punizione, perché sapevo che erano in arrivo due splendide gara con il Chelsea in Champions League”.

Seguici anche su Per Sempre News