Ieri sera hanno preso il via gli Europei di calcio. 

Dopo una bellissima cerimonia di apertura, con lo stadio Olimpico di Roma e il ritorno di 16 mila tifosi a fare da superba cornice, sono scese in campo Italia e Turchia. 

La nostra nazionale si é imposta, con un’ottima prestazione, per 3 reti a 0. 

Oltre al risultato raggiunto dalla squadra c’era qualcuno che aveva un motivo doppio per festeggiare. 

Il nostro numero 3 : Giorgio Chiellini. 

La partita di ieri infatti , che l’ha visto titolare dal 1º minuto con il suo amico e compagno di campionato Bonucci, ha sancito il suo record personale di partecipazione ad un Europeo.

Il quarto per la precisione.

Dopo quello di Austria e Svizzera 2008, quello perso in finale contro la Spagna giocato in Polonia e Ucraina nell’estate del 2012 e quello di Francia del 2016.

Il difensore, 37 anni il prossimo 14 agosto, eguaglia così il record ottenuto da altri suoi due ex compagni bianconeri ossia Alessandro Del Piero e Gianluigi Buffon. 

Nonostante gli infortuni che non l’hanno visto protagonista al 100% dell’ultimo campionato bianconero, con un netto miglioramento ottenuto però nelle ultime gare, Chiellini è stato scelto da Mancini per guidare da capitano la Nazionale Italiana.

Chiellini detto “King Kong”, non solo per la sua esultanza dopo un goal ma anche per la sua incredibile forza fisica, non ha alcuna intenzione di lasciare il calcio giocato.
Nonostante alcune voci scettiche sulla sua convocazione, Chielllini ha dimostrato anche ieri sera di essere una pedina importantissima per il Ct Mancini con un salvataggio decisivo al 90º e un’esultanza da vero capitano.

In un’Italia giovane con tanti giocatori al loro esordio in un campionato Europeo, Barella per citarne uno, Chiellini è quel veterano sicuro e impavido che ha ancora tanto da dire in campo.