Le offese sulla RAI a Tătăruşanu che indignano il web

Ancora una volta degli operatori RAI si rendono protagonisti di atteggiamenti inqualificabili.

Qualche anno fa, Mehdi Benatia fu vittima di commenti razzisti. Il calciatore sentì in cuffia qualcuno che esclamò “marocchino di merda” e se ne andò stizzito. A nulla valsero le goffe parole della conduttrice Sabrina Gandolfi che disse “Continui pure”.

Pur prendendo le distanze dalle affermazioni, la RAI non ha rivelato il colpevole di quel vomitevole atteggiamento. L’emittente televisiva nazionale ha semplicemente scagionato tutti i propri tecnici. Qualcuno avrà pur proferito quelle parole.

Ieri il portiere del Milan Ciprian Tătăruşanu è stato vittima di scherno, quando, tra le risate dello studio, qualcuno ha affermato “Guarda che faccia”. Il livello della persona che ha proferito quelle parole, e di coloro che hanno riso, si commenta da solo. Spessore professionale e umano sotto zero.

La RAI è recidiva. Un’azienda seria dovrebbe effettuare un’accurata selezione del personale, scandagliando nella vita dei candidati e accertandosi che siano persone moralmente impeccabili. Naturalmente il rischio zero non esiste e può capitare che qualcuno riveli il suo essere in un secondo momento. Va però applicata tolleranza zero. L’azienda dovrebbe scusarsi decine di volte e licenziare per giusta causa i protagonisti di questi atteggiamenti a dir poco inqualificabili.

La RAI non ha agito a dovere con Benatia, nel caso di Tătăruşanu c’erano risate generali in studio. Già la Coppa Italia è una competizione ridicola, vista la struttura. In più la qualità del commento RAI è molto rivedibile. In più nell’azienda ci sono personaggi che si rendono protagonisti di questi atteggiamenti. Per non parlare poi di un vice-direttore assolutamente provocatore, parziale e scarsamente professionale. Boicottare il calcio sulla RAI, non vedendo partite della nazionale e di Coppa Italia, darebbe un duro colpo a certi personaggi. Con buona pace dei dischi rotti secondo cui “la pirateria uccide il calcio”.

Banner 300 x 250 – Spider – Post
Potrebbe piacerti anche