Bundesliga finita: ode ad Alphonso Davies

Breve focus su Alphonso Davies, calciatore del Bayern che sembra teletrasportarsi da una parte all'altra del campo. Le statistiche del canadese sono pazzesche

La Bundesliga ripresa prima degli altri campionati. I tedeschi avevano deciso di ripartire già a maggio tra tante polemiche. È stata una ripresa del campionato che ha messo in evidenza, qualora ce ne fosse bisogno, la supremazia di un Bayern schiacciasassi. Come spesso è accaduto, i bavaresi sono partiti a rilento a inizio campionato per poi carburare e dominare. Tra i top di quest’ultimo scorcio vi sono stati André Silva dell’Eintracht e il solito Alphonso Davies.

L’esterno sinistro di origini liberiane, come noto, è nato in un campo profughi in Ghana e si è trasferito in Canada nel 2006. Nel Paese nordamericano giocava a calcio a temperature che arrivavano a 15 gradi sotto lo zero! Dopo tre anni in MLS, di cui il terzo al top, il ragazzo si è trasferito al Bayern Monaco a inizio 2019.

Nella stagione appena conclusa è diventato titolare, avendo la meglio su una concorrenza notevole.

Osserviamo i dati di questa stagione di Bundesliga per Alphonso Davies.

29 partite giocate
❍ 464 passaggi nell’ultimo terzo di campo
❍ 213 recuperi
❍ 83 uno contro uno vinti
❍ 70 tackle riusciti
❍ 67 tocchi in area di rigore avversaria
❍ 37 occasioni create
❍ 34 falli subiti
❍ 5 assist
❍ 3 gol

Come dimenticare poi l’incredibile cavalcata a Stamford Bridge contro il Chelsea con tanto di assist. L’esterno di origini liberiane è a dir poco devastante, facendo leva su velocità, dominanza atletica, ottima tecnica e capacità di recupero.

Alphonso Davies ha rivoluzionato il ruolo di terzino che parte basso. Le sue doti di recupero gli permettono di recuperare da qualsiasi situazione, ovvero quando arriva sul fondo per crossare lasciando sguarnito il fianco difensivo. Si tratta di un esterno devastante nell’arare la fascia ma che, con il passare del tempo, è cresciuto a livello tecnico, sia nel saltare l’uomo sia negli interventi difensivi.

Il record di velocità nel Bayern è stato raggiunto dal compagno di squadra Kingsley Coman: «Se consideriamo la velocità negli slalom o nei cambi di direzione forse io sono leggermente più veloce, ma in linea è lui».

Il suo recupero nel confronti di Haaland, uno degli attaccanti più veloci al mondo, fu pazzesco. Ricordiamo che, a suo tempo, il Bayern seguiva un altro prospetto di cui vi abbiamo parlato. Liberato Cacace, dei Wellington Phoenix, è dotato di caratteristiche simili ma, pur essendo molto veloce e forte nei recuperi, non è dotato della velocità supersonica di Alphonso Davies. Il canadese sembra teletrasportarsi da una parte all’altra del campo.

 

Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche