Juve, è ufficialmente Sarri 2.0

Maurizio Sarri veniva definito un tecnico che esprimeva un gioco spettacolare, ma limitato sotto alcuni aspetti. Dopo lo scudetto sfiorato con il Napoli, il tecnico ex Empoli ha vinto l’Europa League con il Chelsea. A Londra ha trovato difficoltà, dovendosi confrontare con uno spogliatoio problematico. Alla fine ha ritrovato le redini della squadra e ha ottenuto un successo importantissimo.

Alla Juve l’inizio è stato positivo in termini di risultati, mentre il gioco è stato altalenante. Vista anche l’assenza di Chiellini e la necessità di lanciare subito De Ligt, la fase difensiva è lontana da quella vista con il Napoli.

Fatto sta che in 15 partite giocate finora, Sarri non ne ha persa nemmeno una, è in testa al campionato con una media superiore ai 2,5 punti a partita, mente ha ottenuto 10 punti nel girone di Champions.

Tanti sono stati finora i successi a corto muso, alla Allegri. Non è fortuna ma capacità di sapersi adattare alla tipologia di giocatori. Contro la Lokomotiv la Juve ha vinto alla fine e ha deciso Douglas Costa con un colpo da fuoriclasse. Il tecnico è stato bravo a coinvolgere tantissimi giocatori, a dimostrazione di una rosa pazzesca a livello qualitativo, con il cammino verso lo scudetto già tracciato.

Anche giocando male, come il match contro la Lokomotiv, la Juve di Sarri vince in bagarre. Questo è segno di mentalità dei giocatori e acquista dal tecnico. Secondo gli xG il 2-2 sarebbe stato il risultato giusto, ma questa è una vittoria sporca, con la giocata del campione. Il bel gioco arriverà, anche se Sarri ha affermato che non sarà quello dei tempi di Napoli, ma con questa rosa così forte Sarri sta sfruttando tutte le virtù…

Banner 300 X 250 – Lieto – Post
Banner 300 x 250 – Caseificio – Post
Potrebbe piacerti anche