La squadra di Eugenio Corini sa solo vincere.

Gli ultimi due turni del campionato cadetto hanno delineato, nelle posizioni alte della classifica, le squadre più accreditate alla promozione diretta in serie A. Infatti oltre all’Empoli, capoclassifica con due partite da recuperare e che ha condotto un campionato quasi sempre da protagonista, c’è il Lecce di Mister Corini che nelle ultime uscite si è distinto per la sua continuità di gioco e di risultati. La squadra salentina, reduce da sei vittorie consecutive, è da ritenersi al momento quella più in forma e la più accreditata al salto di categoria.

Basti pensare che tra i pali può schierare il giovane e promettente portiere Gabriel, in difesa Lucioni, Pisacane e Gallo che in serie B fanno la differenza e Maggio ex calciatore del Napoli che con la sua esperienza risulta decisivo.

A centrocampo troviamo Majer, Henderson e Tachtsidis, giocatori forti sul piano tecnico, dotati di una capacità di adattarsi a più ruoli e atleticamente quasi insuperabili.

In attacco Pettinari e Stepinski assicurano un buon rendimento in termini di reti segnate e di copertura nella fase difensiva, senza parlare poi di Massimo Coda il quale, con 21 reti segnate finora, risulta il terminale offensivo principe della serie B che con continuità trasforma e finalizza la grande mole di gioco e di azioni prodotte dalla squadra.

Del resto, vista la rosa dei giocatori messa a disposizione a inizio campionato dalla società, e grazie alla guida di un allenatore emergente ma con idee vincenti e innovative basate sulla gestione e comando del gioco, era prevedibile, seppure con un inizio incerto, una stagione così esaltante.