• Tempo di lettura:2Minuti

Dopo aver ceduto Mattia Zaccagni alla Lazio, Antonin Barak è diventato il centrocampista rigorista del Verona. Una scelta azzeccata dato che il giocatore dal passaggio alla squadra allenata da Tudor sta dimostrando grandi cose. Il suo tipo di gioco offensivo è una grossa arma da “fuoco” per gli scaligeri che posso usare più giocatori in quel reparto. Da Simeone a Caprari a Barak, Tudor può usufruire di giocatori di livello. Barak sin dall’approdo al Lecce ha dimostrato immediatamente un feeling perfetto col gol e con i compagni del reparto offensivo. Unico piccolo difetto del centrocampista sono gli infortuni: infatti dopo aver accusato dei problemi muscolari, Barak si è fermato con gol e assist. Calcolando il periodo prima dell’infortunio, il giocatore ha segnato 5 gol e realizzato 3 assist.

Foto profilo Twitter InterChannel

Il Ds del Verona, D’Amico, ha rivelato la valutazione del classe 1994: 20 milioni di euro. Cedere ora il ceco sarebbe per il Verona un errore, ma con un’offerta del genere, la dirigenza potrebbe sedersi al tavolo delle trattative. Le squadre che potrebbero essere interessate a Barak sono in Premier League, in Bundesliga e in Italia dal Milan. In casa rossonera sarebbe ideale per il gioco di Pioli dato che andrebbe a ricoprire il ruolo da trequartista. Infatti il ceco sarebbe o l’alternativa di Diaz o il titolare in quella zona nevralgica. Ma il Verona prima di cedere il ceco, ha intenzione di prendere Miranchuk dall’Atalanta (ma c’è da battere la concorrenza del Genoa). Il Milan potrebbe mettere sul piatto Castillejo e un totale di 10 milioni di euro. Ma occhio anche al West Ham che è sulle tracce del giocatore e starebbe per fare un’offerta al centrocampista del Verona.