• Tempo di lettura:2Minuti

Chiusa la stagione con una gran vittoria contro la Salernitana, l’Udinese ha finito in undicesima posizione in classifica con 47 punti. Un campionato di alti e bassi, riuscendo ad affrontare a testa alta anche le grandi squadre: il merito è del gruppo ma anche dell’allenatore. Gabriele Cioffi ha deciso, d’accordo con la società, di lasciare la panchina bianconera verso un’altra squadra, magari sempre in Serie A. Questo è il comunicato pubblicato sul sito ufficiale dell’Udinese:

Udinese Calcio comunica che Gabriele Cioffi non rinnoverà il contratto in scadenza al 30 giugno 2022.
La società è già al lavoro per la programmazione della prossima stagione e l’allestimento di un nuovo staff tecnico adeguato a mantenere e migliorare i risultati raggiunti, con l’ambizione e passione di sempre
“.

Chi sarà il dopo Cioffi?

La destinazione più plausibile sarebbe Verona per Gabriele Cioffi: il tecnico toscano potrebbe prendere il posto di Tudor che ha già promesso il suo lavoro al Galatasaray. In casa Udinese però stanno già cercando il sostituto del 46enne e vorrebbero trovare un nuovo allenatore entro la fine della settimana. I candidati sono molti, da Filippo Inzaghi a Fabio Pecchia, passando per Paolo Zanetti. Il primo, esonerato dal Brescia con la Serie B in corso, ha già allenato in Serie A. Pecchia invece, portata la Cremonese nella massima categoria, ha deciso di dire addio, forte della sua esperienza a livello internazionale. L’ex Venezia invece si avvicina di più a quello che cerca la famiglia Pozzo: giovane, aziendalista e che fa crescere il gruppo. Avvicinato già nella scorsa estate, Paolo Zanetti poi ha deciso la strada del Venezia, chissà se quest’anno sarà l’anno giusto per l’Udinese di averlo sulla sua panchina.