Gli Unici a provarci il Capitano Belotti e Ansaldi. Male Singo e Mandragora. I cambi non incidono.

Sirigu 6: Dalle sue parti non arrivano quasi mai pericoli che per molti è un sospiro di sollievo visto le sue recenti prestazioni. Si fa comunque trovare pronto in alcune occasioni. Inoperoso
Izzo 6,5: Lo scugnizzo sembra un altro da qualche mese a questa parte, evidentemente San Gennaro deve avergli fatto la grazia. In difesa è quasi sempre il migliore ed anche oggi la sua è una buonissima prestazione in mezzo al nulla della squadra granata. Interventi in anticipo e qualche buona sortita palla al piede senza però mai trovare fortuna. Scugnizzo
Nkoulu 5,5: Dunque continuare a schierare un giocatore già con la valigia fatta e palesemente con la testa altrove sembra un suicidio onestamente. Il centrale camerunense sembra davvero svagato, sbaglia alcuni interventi in maniera goffa ed i suoi compagni di reparto ci devono mettere una toppa per salvare la baracca dai pochissimi pericoli creati dai rossoblu. A questo punto perché non rinnovare il contratto di Ferigra e provarlo seriamente al posto di far giocare uno così svogliato? Turista
Bremer 6: Il centrale brasiliano è ormai una sicurezza. Una delle poche liete note in mezzo a cotanto deserto. Come sempre prova anche ad affacciarsi in avanti in cerca di fortuna che stavolta però non riesce. Per il resto una discreta partita. Certezza
Singo 5: Non tutte le ciambelle escono con il buco si dice ed oggi l’ivoriano non ne azzecca una, giornata opaca. Dalle sue parti mai un pericolo e mai un cross davvero pericoloso, per carità avevamo fatto la bocca buona! In difesa non corre mai pericoli ma da lui ci si aspetta benché la giovane età qualcosa di più. Non riesce mai a proporsi in qualche inserimento anche ben coperto dai laterali genoani e da Goldaniga. Frenato
Ansaldi 6,5: Tra i migliori in casa granata, l’argentino ormai non più di primo pelo sfodera una buonissima prestazione supportata da una gran tecnica ma da un fisico e muscoli fragili. Alcune sue incursioni sulla fascia sono davvero notevoli e con il piede mancino riesce a scodellare alcuni palloni interessati ben difese però dalla difesa avversaria sempre molto accorta e concentrata. Sostituito ingiustamente e forse troppo frettolosamente da Nicola avrebbe potuto creare qualche occasione buona nell’unico buon momento del Toro nel secondo tempo. Pericolo dal 79’ Murru 6: Da qualche partita sembra crederci un po’ di più provando a proporsi in qualche sortita offensiva, peraltro provando a centralizzare l’azione e armando il piede sinistro, oggi non ha tempo materiale per provare ad incidere.


Rincon 6: Sgravato da compiti e ruoli non suoi di impostare la manovra, El General torna a sfoderare buone prestazioni, ben conscio dei limiti tecnici. Come sempre tanta legna a centrocampo, dove il Genoa ha qualità anche grazie al nuovo acquisto Strootman ex Roma. Perde ogni tanto qualche pallone che potrebbe essere sanguinoso ma ci mette una pezza lui o i suoi colleghi in difesa. In mediana è comunque sempre roccioso. Spigoloso dal 79’ Linetty 5: Sarebbe un senza voto ma riesce ad incidere negativamente anche in soli 11 minuti. Il polacco si sta perdendo completamente e sembra il gemello scarso di quello di Genova. Perde praticamente tutti i palloni arrivati a centrocampo e nei contrasti è sempre molle, ci fosse ancora Sinisa sai che ridere! Demotivato
Mandragora 5: Quello che dovrebbe essere il faro e la luce del centrocampo granata oggi evidentemente aveva bruciato le lampadine perché non si è mai visto. A centrocampo la linea rossoblu di Ballardini non lo fa mai giocare e lui si impegna per non farsi vedere mai. Mai un lancio e mai uno spunto, quasi sistematicamente saltato con lanci lunghi, i soliti per i 2 attaccanti granata che devono provare in un miracolo per segnare. Da uno pagato 18 milioni di Euro dai cugini bianconeri ci si aspetta decisamente di più. Il pressing ben organizzato del Genoa già nella metà campo granata non gli consente di manovrare mai. Fantasma
Lukic 5: Altra prova scialba del serbo che sembra in fase calante invece che crescente. Non si capisce ancora bene il suo reale utilizzo se come mezz’ala o trequartista, non riesce mai a trovarsi con gli attaccanti granata e dalle sue parti non arriva mai un passaggio pericoloso e degno di nota. Rischia seriamente il posto con il rientrante Baselli se non si da una sveglia. Molle dal 71’ Baselli 6: La sua tecnica e le sue qualità servono come l’ossigeno per un uomo. È l’unico giocatore del Toro a centrocampo a possedere una tecnica superiore e visione e mancano tantissimo le sue incursioni ed i suoi gol. Sarà un caso ma il crollo del toro è coinciso con il suo infortunio. A questo punto perché non provarlo dal primo minuto al posto di un macchinoso e lento Lukic?


Zaza 5,5: Diciamolo subito: di palle giocabili manco mezza! Essere gli attaccanti del Toro è come essere un Kamikaze e cioè un suicidio! Prova a sbattersi in mezzo ai difensori molto fisici di Ballardini senza successo e stavolta non dialoga mai con Belotti per il quale non si trovano mai in questa partita. Polvere bagnata dal 71’ Verdi 6: Un 6 politico come si diceva a scuola quanto meno per l’impegno che ci mette, perché per il resto nulla davvero. A proposito doveva essere colui che su punizione risolveva le partite (Ultimo gol su punizione di Liajic nel derby) ecco non dico segnare ma almeno centrare la porta ogni tanto si, vabbé ma il ragazzo avrà altre qualità…


Belotti 6: I miracoli mica si possono fare ogni domenica in più oggi e sabato e quindi nulla. Ci prova e si sbatte lotta come sempre cercando di arpionare palloni che piovono lanciati a casaccio dalla retroguardia granata. Chiedersi come mai non voglia più rinnovare il contratto è quanto meno ridicolo e per coloro che provano ingiustamente a dargli del venduto o del mercenario pregasi guardare lo scempio di partita di oggi per capire il perché. Il Gallo si merita ben altro.
All Nicola 5,5: 4 partite sulla panchina granata e 4 pareggi, quanto meno stavolta non si è passati in svantaggio. Ma se nelle precedenti 3 partite il Toro sembrava una un gatto inferocito ( Il toro inferocito non lo si vede più da 20 anni), oggi sembrava un cagnolino addormentato. Attenzione perché con i 3 punti un pareggio equivale ad una mezza sconfitta.