• Tempo di lettura:2Minuti

Manolo Gabbiadini a causa di un serio infortunio non ha potuto proseguire la stagione e dare aiuto ai suoi compagni. L’attaccante della Sampdoria è stato importante tra la fine di dicembre e inizio febbraio, ma poi a causa della lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro è stato costretto al forfait. Adesso Manolo Gabbiadini sta recuperando dal terribile infortunio e sta provando a capire entro quando potrebbe essere arruolabile per l’allenatore Marco Giampaolo. Sulle colonne del Secolo XIX, come ha riportato TMW, l’attaccante della Sampdoria ha analizzato il suo percorso con i blucerchiati: “sento questa grossa responsabilità, la società si fida molto di me, ci tiene e devo fare in modo di ripagarla. La Sampdoria non è una squadretta, quando ero piccolino avrei firmato col sangue per essere un calciatore importante della Samp come sono ora, è una cosa bella. Devo fare di tutto per mantenere questo status e aiutare la Samp a fare sempre meglio. Con mister Giampaolo c’è molta stima reciproca, ho lavorato con lui 5 mesi nel 2019, e 15 giorni quest’anno prima dell’infortunio, Il mister è bravissimo, nel calcio non ci vuole molto per capirlo, in campo ci si capisce velocemente, ma ora avremo più tempo per lavorare e sarà ancora meglio”.