• Tempo di lettura:2Minuti

Serata dolceamara per la Salernitana: la squadra di Nicola perde 4-0 contro l’Udinese nella splendida cornice dell’Arechi ma guadagna comunque la salvezza grazie al pareggio del Cagliari in casa del Venezia. I granata rimangono a quota 31, i punti necessari per poter partecipare alla prossima Serie A. Il Cagliari è costretto alla retrocessione insieme ai lagunari e al Genoa.

L’analisi del match

In un Arechi infuocato, inizia l’ultimo match della Salernitana: i granata devono ottenere a tutti i costi un posto per la prossima Serie A mentre i bianconeri vogliono finire in bellezza una bella stagione. La sfida si blocca sin da subito con gli ospiti che passano in vantaggio con Deulofeu che al 6′ conclude dal limite dell’area. Il blackout dei padroni di casa continua al punto che la squadra di Cioffi raddoppia al 34esimo con Nestorovski che batte di testa Belec. Otto minuti dopo arriva addirittura il tris dell’Udinese con Udogie che calcia da fuori area con palla che termina all’incrocio dei pali.

Tornati dall’intervallo, l’Udinese continua la sua cavalcata verso la grande vittoria con Pereyra che firma il gol del 4-0 con un bel tiro finito all’angolino basso del portiere granata. I friulani non smettono di correre verso la porta campana e cercano in tutti i modi di trovare la rete del 5-0. La partita all’Arechi termina con il risultato di 4-0 per l’Udinese ma la Salernitana riesce a salvarsi, vivendo ancora il sogno delle Serie A. Il Cagliari, nell’altro match della serata, non riesce ad andare oltre lo 0-0 con il Venezia e non può che arrendersi alla retrocessione.