Parlando in conferenza stampa, il tecnico della Roma Paulo Fonseca si è espresso sulla situazione rinnovo. “Questo non è importante per me. Quello che conta è focalizzarmi nel presente. Con questi giocatori si sta creando un gruppo per i prossimi anni. Avere giovani che possono continuare a crescere è troppo importante per la Roma“.

Il tecnico portoghese ha dimostrato di saper lavorare con i giovani e ne sta valorizzando abbastanza. I casi più evidenti sono quelli di Ibanez, Villar e Borja Mayoral. Con il passaggio alla difesa a tre, operato la scorsa stagione, la sua Roma ha trovato un’identità tattica. Permangono problemi difensivi, ma ciò è dovuto alla qualità non eccelsa degli interpreti.

La Roma è in piena corsa Champions e punta a fare meglio rispetto al quinto posto della scorsa stagione. Le battute d’arresto contro Spezia e Lazio avevano messo il tecnico portoghese al centro di polemiche e si parlava addirittura di rischio esonero. Il suo ruolino di marcia da schiacciasassi contro le piccole lascia intravedere un futuro roseo per il prosieguo della stagione.

Il contratto di Paulo Fonseca, dal valore di 3 milioni netti a stagione, prevede il rinnovo automatico a fine stagione in caso di qualificazione alla prossima edizione della Champions League. L’accordo, stipulato nel 2019, è valido fino al 2021, ma c’è questa opzione esercitabile unilateralmente dal tecnico in caso di raggiungimento dell’obiettivo. Eppure, se la stagione si concluderà bene, la stessa Roma avanzerà con il rinnovo.

La qualificazione in Champions dipende da molti fattori e ci sono altre tre squadre in lotta per un posto. Nei pronostici di inizio stagione, tra l’altro, la Roma non era inserita nelle prime quattro. E c’è poi l’Europa League, arma a doppio taglio. I giallorossi possono puntare a vincerla, ma è una competizione che succhia troppe energie e, se Fonseca andrà fino in fondo, perderà energie fondamentali per il campionato.

Fatto sta che Tiago Pinto, DG recentemente insediato, e connazionale di Paulo Fonseca sta caldeggiando il rinnovo. Le parti sono soddisfatte e intenzionate ad andare avanti insieme, ma saranno fondamentali i risultati. E poi, qualora questi ultimi siano estremamente positivi, c’è sempre il “rischio” che qualche top club europeo si faccia avanti per il tecnico portoghese…