• Tempo di lettura:2Minuti

Un Roma-Milan dalle tante polemiche: Maresca, con le sue scelte arbitrali, ha mandato su tutte le furie i tifosi romanisti e soprattutto Mourinho. L’allenatore portoghese ha mostrato tutta la sua rabbia in panchina quando ha visto che, al 57′, viene assegnato un rigore molto dubbio al Milan con fallo di Ibanez su Ibrahimovic. Il tecnico giallorosso non ci sta e si muove assatanato in panchina ma i rossoneri non perdonano e Kessie segna il gol dello 0-2. La partita finisce così: il gol di El Shaarawy nel recupero non può nulla e la Roma incassa la prima sconfitta casalinga della stagione.

Al termine della gara, José Mourinho parla poco ma si limita a dire qualcosa ai microfoni di DAZN: secondo il portoghese, scelte come quelle di Maresca vanno a intaccare il rispetto verso tutta la tifoseria romanista. Ecco le sue parole:

Complimenti al Milan, non voglio dire niente di più perché se parlo non sarò in panchina domenicaMi dà rabbia la mancanza di rispetto per i nostri tifosi, per quelli che amano la Roma. Rispetto che noi abbiamo, anche in una partita in cui non abbiamo giocato bene ma abbiamo dato tutto. Questo rispetto che noi abbiamo altri non lo hanno. Però basta”.

Poi sulla partita dice:

“Non abbiamo giocato bene. Abbiamo giocato contro una grande squadra con qualità sia individuali che di collettivo. Una squadra che si vede che lavora assieme da anni. Abbiamo perso contro una grande squadra ma è stata una partita senza rispetto per i romanisti. Mi fa male, non dico nulla di più. Ho fatto uno sforzo e sono riuscito a portare tutti i miei giocatori nello spogliatoio senza aspettare l’arbitro sulla porta. Siamo riusciti a controllare le emozioni, ora voglio stare in panchina domenica. Grazie e scusate”.