• Tempo di lettura:2Minuti

L’infortunio di Osimhen non ha compromesso le abilità offensive del Napoli. La squadra partenopea è riuscita a sopperire la mancanza dell’allenatore grazie alle qualità del reparto d’attacco messo a disposizione dalla società. Il Napoli ha collezionato 17 punti su 21 a disposizione vincendo 5 gare e pareggiandone 2 e in Champions League è a bottino pieno con due vittorie su due.

osimhen
Fonte foto: Profilo Twitter Osimhen

Raffaele Canonico, medico sociale del Napoli, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, come ha riportato il Corriere dello Sport, ha analizzato la situazione sull’infortunio di Osimhen: “Siamo il 17esimo giorno di stop. Victor tra le sue doti ha l’accelerazione e l’allungo sui 30-40 metri. Ha avuto il classico infortunio del velocista, una lesione di secondo grado. Il ko l’ha colpito in una zona delicata per il processo di riabilitazione, dato che arriva a 34-35 chilometri orari in velocità. Bisogna riallenarlo per sopportare certi stress biomeccanici“.

osimhen kvaratskhelia
NAPOLI, MONZA NELLA FOTO: ESULTANZA Victor Osimhen FOTO MOSCA

Quando potrebbe rientrare Osimhen? La risposta del medico sociale: “Il 9 ottobre con la Cremonese? Quella settimana diventa cruciale, se la settimana prossima i progressi saranno buoni e la cicatrizzazione della lesione si completerà perfettamente, e se riusciremo a riportarlo alla condizione organica e nei valori di forza, la guarigione completa arriverà dopo pochi allenamenti. Il giorno dopo l’Ajax saremo a 28 giorni, per un infortunio del genere siamo intorno a cinque settimane: sarà una settimana fondamentale, la Cremonese può essere un obiettivo possibile”.

Se con l’assenza di Victor Osimhen il Napoli è riuscito ad avere questa notevole forza offensiva, cosa potrebbe accadere con il nigeriano a pieno regime?

Seguici anche su Instagram!