• Tempo di lettura:2Minuti

Berlusconi non vede l’ora del debutto del Monza in Serie A: la gara casalinga contro il Torino darà inizio alla stagione nel massimo campionato dei biancorossi. Il club lombardo si è scatenato sul mercato, a prova della volontà di centrare l’obiettivo salvezza. A parlare della stagione che sta per iniziare è proprio lui, il presidente del Monza, che ha detto la sua ai microfoni di RTL 102.5. Ecco le sue parole.

La Serie A? Doveva arrivare in anno prima, poi abbiamo trovato un certo arbitro che ci ha negato un gol. Comunque siamo in Serie A, speriamo anche con la campagna acquisti che abbiamo fatto di riuscire a non sfigurare e di restarci. Siamo in Serie A. Monza è una piccola città: lo stadio ha 16mila posti ma sono pochi. Questo non ci da la possibilità di pensare a grandissimi risultati: speriamo con la campagna acquisti di non sfigurare e di restare in Serie A. Quindi Monza tanti auguri“.

Poi Berlusconi ha precisato su quanto detto sull’obiettivo Champions League: “Obiettivo Europa? Quelle sono state battute che ho detto…“.

Il mercato scoppiettante del Monza di Berlusconi

Una tra le squadre più attive in questo sessione di calciomercato: il Monza ha messo a segno già dieci operazioni. Berlusconi e Galliani continuano a lavorare per rendere competitiva la squadra di Stroppa. Rafforzati in ogni reparto, da Cragno in porta, in difesa Andrea Ranocchia, Carboni, Marlon e Birindelli, a centrocampo Pessina, Sensi, Bondo e Filippo Ranocchia, ora manca solo l’attacco. Insieme a Gianluca Caprari, prelevato dal Verona, potrebbe arrivare dal Napoli anche Andrea Petagna. Il mercato è ancora lungo e ce ne saranno delle belle.

Seguici anche su Instagram