• Tempo di lettura:2Minuti

Alessandro Florenzi, in gol ieri sera, ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la partita contro il Verona. L’elogio del gruppo e un pensiero allo scudetto.

Gol e vittoria– In una corsa scudetto sempre più vicina al traguardo il Milan non si può permettere passi falsi. Per questo motivo ieri sera, quando il risultato di Verona-Milan era fermo sull’1-2, il gol dell’1-3 di Florenzi ha messo in cassaforte 3 punti d’oro. Una vittoria che consente di restare a due punti sopra l’Inter, in attesa della partita con l’Atalanta.

Intervista– Nell’intervista post partita uno dei punti fondamentali toccati da Florenzi è stata la forza e giovane età del gruppo. In effetti il Milan è la sesta squadra italiana per età, con 26,2 anni di media; seconda tra le big, solo la Roma, 25,3 anni di media, ha un’età media minore. Quella scesa in campo ieri sera contro il Verona era una formazione con 25,5 anni di media, e visto quanto fatto in campo, i Rossoneri si possono considerare una squadra giovane e forte.

 Sulla vittoria“Dice tanto di questo gruppo, ma non tutto. Il lavoro è ancora da terminare, da domani pensiamo subito all’Atalanta. Godiamoci questa serata, ce lo meritiamo, ma domenica pronti per un’altra finale”.

Sul gol“Chi lavora, alla fine ha quello che si merita. Ho lavorato tanto in quest’ultimo mese, questo gol è per la mia famiglia che so che mi ama”. 

Sulla squadra“Ci sono tanti giovani che sembrano che giocano da tanti anni in Serie A. Sono arrivato in un gruppo con tanti giocatori di talento e gente che sa dare equilibrio. Questa era la più difficile perché era la prossima, ora la più difficile sarà la prossima”.

Sullo scudetto“Non pensiamo troppo avanti. Pensiamo solo a questo momento e basta. Il momento è adesso, è il momento di pedalare e di dare tutto. Continuiamo così e pensiamo solo all’Atalanta”.