• Tempo di lettura:2Minuti

Giuseppe Marotta è soddisfatto per la vittoria ottenuta sulla Roma e adesso attenderà con ansia (come tutti i tifosi) la sfida tra Lazio e Milan ed EmpoliNapoli. Sia i cugini che i partenopei saranno sottopressione dopo la vittoria dell’Inter e di conseguenza potrebbero fare un passo falso. Mercoledì i neroazzurri torneranno in campo per il recupero contro il Bologna e di conseguenza si sistemerà la classifica. Dopo la vittoria nel derby di Coppa Italia e quella ottenuta contro i giallorossi, l’Inter affronterà due partite soft sulla carta: ovvero il Bologna e poi l’Udinese.

marotta covid
Fonte ilsussidiario.net

Giuseppe Marotta ai microfoni di Dazn ha spiegato il momento dell’Inter e quali sono stati i punti di forza della squadra: dobbiamo tendere a un cammino per ottenere il massimo, considerando anche i nostri avversari. Quello di oggi non è solo un esame ma un’occasione per confermare di essere tornati ad abituarsi alla vittoria. Dobbiamo essere tutti bravi a gestire i tanti impegni di questo periodo. Abbiamo una rosa che è cresciuta nel tempo. Questi giocatori vengono da un percorso che è stato sempre in crescita. Abbiamo acquisito una mentalità vincente e abbiamo trasmesso ai ragazzi l’idea che indossano una maglia davvero prestigiosa”.

inter kessié marotta
Foto account Twitter Sportellate

Infine il dirigente dell’Inter ha spiegato il mancato ritorno di Mourinho: “Mourinho-bis prima di Conte? No, andammo dritti su Conte perché pensavamo potesse essere l’allenatore giusto e così fu. Questo non significa sminuire le qualità di Mourinho, parliamo di due ottimi allenatori e due grandi professionisti”.