• Tempo di lettura:1Minuto

Il pareggio tra Cagliari e Fiorentina non ha portato un avanzamento in classifica a nessuna delle due squadre. I sardi sono ancora ancorati nella zona bassa della classifica, mentre la Fiorentina ha perso il possibile aggancio alla zona Europa League. Una partita che ha visto tanti interventi del VAR da ambo le parti con due rigori sbagliati e un espulsione per la viola. Razvan Marin centrocampista del Cagliari ha provato ad analizzare la sfida contro la Fiorentina, come ha riportato TuttoMercatoWeb:

Siamo dispiaciuti perché il secondo tempo lo abbiamo iniziato bene segnando subito. Poi ha sbagliato il rigore Joao ma questo è il calcio. Abbiamo provato fino alla fine. La partita è andata così ma siamo dispiaciuti perché eravamo in vantaggio. Siamo più uniti. Dobbiamo crescere sempre e imparare qualcosa. Credo che con la palla possiamo fare di più”.

Adesso il Cagliari avrà due settimane per provare a capire quali sono i problemi in squadra, non tattici ma di pressione psicologica. Le squadre davanti ai sardi non sono irraggiungibili, e con un nuovo atteggiamento la squadra si può salvare. Giocatori come Joao Pedro, Cragno e la scoperta Altare insieme ad altri validi giocatori, possono raddrizzare questa situazione.