• Tempo di lettura:3Minuti

La vittoria contro la Juventus ha riacceso l’anima dell’Inter, che adesso si prepara a cavalcare l’onda d’entusiasmo per il rush finale in campionato. Il Milan primo dista quattro punti, sempre con l’asterisco della partita da recuperare, e per questo motivo non sono ammessi passi falsi. Questo pomeriggio alle 18 arriva a San Siro il Verona di Igor Tudor, pienamente salvo ma non ancora sazio di stupire e macinare punti. Fuori casa gli scaligeri non vincono dallo scorso 16 gennaio contro il Sassuolo a Reggio Emilia, ma storicamente l’Hellas le ha fatte sudare quasi tutte ai nerazzurri in casa loro.

Calendario alla mano, la squadra di Inzaghi ha partite molto più abbordabili da qui alla fine rispetto a Napoli e Milan. Motivo in più perché si assottigli il margine d’errore. Il tecnico nerazzurro non vuole cali di tensione, specie a livello di approccio, prerogativa che è venuta a mancare alla sua squadra negli ultimi due mesi. Soprattutto, Inzaghi spera di ritrovare la forma di giocatori con la spia della riserva accesa da tempo, da Barella a Perisic, da Calhanoglu a Dzeko. Per non parlare di Lautaro Martinez, che per adesso ha illuso tifosi e staff con la tripletta dello scorso 4 marzo contro la Salernitana.

PROBABILI INTER

Il 3-5-2 inzaghiano non si tocca. Lautaro è squalificato, dunque affianco a Dzeko è apertissimo il ballottaggio tra Correa e Sanchez. In difesa si rivede De Vrij al centro, con Srkiniar e Dimarco ai suoi fianchi. Possibile turno di riposo per Bastoni. A centrocampo Simone non tocca niente. Dumfries e Perisic confermati sugli esterni, ancora panchina per Gosens, e il trio Barella-Brozovic-Calhanoglu in mezzo.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Dimarco; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Correa, Dzeko. All: Inzaghi.

PROBABILI VERONA

Il dubbio amletico di Tudor riguarda il suo uomo migliore da 10 gol e 4 assist in stagione, Antonin Barak. Il ceco aveva saltato la partita contro il Genoa per infortunio ma è comunque stato convocato per la sfida di oggi. Se le sue condizioni lo permetteranno, Barak scenderà in campo dall’inizio, in caso contrario è pronto Bessa assieme a Caprari supportare Simeone davanti. Nei tre dietro spazio a Casale, Gunter e Ceccherini, gli affidabili di Tudor. Tameze e Ilic giostreranno il centrocampo, con Faraoni a destra e Lazovic a sinistra.

HELLAS VERONA (3-4-2-1) Montipò; Casale, Günter, Ceccherini; Faraoni, Ilic, Tameze, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone. All: Tudor.

Seguici anche su News – Per Sempre News