• Tempo di lettura:2Minuti

Un vero e proprio attacco frontale quello che Denis Vavro, difensore slovacco della Lazio, ha rilasciato a Sport.sk. Il giocatore ha ammesso il desiderio di lasciare Roma a gennaio a causa della sua non presenza in campo. In teoria sarebbe tutto normale, le scelte tecniche che un allenatore attua è in base al suo schema di gioco o attitudine al campo. In questo caso però, Vavro ha intenzione di andare via per altri motivi: ovvero societari. La Lazio ha deciso di trattenere il giocatore perché ci sono delle regole finanziarie che vengono applicate agli stranieri in Italia. La cosa incredibile che la Lazio ha costretto Vavro a restare fuori rosa per non pagare le tasse se fosse stato ceduto. Le parole del difensore della Lazio: “sono fisicamente pronto perché mi alleno con la squadra, ma non sto bene dal punto di vista psicologico. L’ultima volta che ho giocato una partita di 90 minuti è stato a giugno con la Slovacchia in preparazione per l’Euro contro la Bulgaria. Voglio assolutamente lasciare Roma a gennaio. Questo non è un posto che fa per me perché non posso rimanere dove posso solo allenarmi senza poter mai giocare. La società ha deciso che dovevo restare per altri sei mesi. Il motivo erano le regole finanziarie che si applicano agli stranieri in Italia e il fatto che il club avrebbe dovuto pagare per me una certa somma di tasse”.

Quindi pare certa la cessione di Vavro a Gennaio, ma non ci sono squadre di livello sul difensore. Lo stesso difensore ha dichiarato dove vorrebbe giocare: “destinazioni? La seconda divisione spagnola è un’opzione. Che si tratti di Huesca, dove sono stato in primavera, di Valladolid o di Almeria”. Denis Vavro è giunto alla Lazio nella stagione 2019-2020 per circa 11 milioni. Il difensore però non ha mai suscitato entusiasmo nei tifosi e non ha mai avuto grandi prestazioni. Il valore di mercato ora, secondo tranfermarket, è di 4 milioni di euro.