Per il successore di Simone Inzaghi sulla panchina della Lazio, il nome di Maurizio Sarri è ormai oltre che in pole position, ad un passo dalla firma: pronto un accordo fino al 2024 per il tecnico toscano ex Napoli, Juventus e Chelsea fermo da un anno.

Il contratto offerto è di due anni con opzione per il terzo,  da circa 2,8-3 milioni di euro a stagione più bonus legati all’Europa League, alla Champions e allo scudetto, come riporta oggi il Corriere dello Sport.

Intanto Claudio Lotito ha dichiarato: “Non mi risulta che Sarri sia il nuovo allenatore della Lazio. Viene dato per ufficiale solo per crearmi problemi”. Pretattica o altro?

Rebus del modulo tra il 4-3-1-2 o 4-3-3 per la Lazio, che negli ultimi anni con Inzaghi in panchina ha adottato sempre il 3-5-2: divergenze sanabili sicuramente se da parte di entrambe le parti c’è la volontà di lavorare insieme.

LA STORIA – Maurizio Sarri, dopo la parentesi Empoli, si fa conoscere a Napoli, dove in tre anni giunge due volte secondo alle spalle della Juventus ed una volta terzo. Sulla panchina del Chelsea giunge terzo in Premier League ma vince l’Europa League nel 2019: l’anno successivo vince lo Scudetto con la Juventus ma il matrimonio con la squadra bianconera si interrompe bruscamente a fine anno.

I tifosi ed appassionati del Napoli lo ricordano e sperano sempre in un suo possibile ritorno, che era nell’aria già nel corso di questa stagione per subentrare al posto di Gattuso. Un flirt mai interrotto con la città del Vesuvio dove il tecnico è nato da padre toscano, operaio dell’Italsider di Bagnoli, lo stesso legame che a breve potrebbe nascere con la città di Roma sponda laziale .

I tifosi biancocelesti sono in fermento: Maurizio Sarri è un allenatore che piace agli appassionati della sfera di cuoio, candidato su diverse panchine oltre al ritorno a Napoli, anche la sponda giallorossa prima di Mourinho, altre opzioni lo davano possibile oltre che alla Lazio anche su panchine internazionali quali Real Madrid o Totthenam.

Il tecnico che ha esaltato al massimo le qualità realizzative di Higuain l’attaccante argentino che nell’ultimo anno di permanenza a Napoli nel 2016 ha realizzato ben 36 reti battendo il record di numero di reti segnate nel campionato di calcio italiano.

Seguici anche su Per Sempre News!