• Tempo di lettura:2Minuti

La Lazio tra alti e bassi è sempre lì provare ad inserirsi nella lotta per un posto Champions League. I biancocelesti con una sconfitta e due pareggio (contro Sampdoria e Torino) hanno solo 3 punti di distacco dalle capoliste Udinese e Atalanta. Un bilancio che poteva essere ideale se il pareggio al Marassi sarebbe stato di 3 punti, però nel complesso la squadra sta giocando bene (tolto la defaiance contro il Midtjylland in Europa League).

Foto Twitter account sportlive

Marco Parolo, commentatore di DAZN ed ex centrocampista della Lazio, a RadioSei, come ha riportato Cittaceleste, ha parlato della squadra puntualizzando sul lavoro dell’allenatore: “Secondo me questo è il Sarri della Lazio. Basta paragoni con il Napoli. Con l’arrivo di Vecino ha avuto un giocatore di grande equilibrio che ti permette di avere una risorsa in panchina come Luis Alberto. I giovani come Cancellieri e Marcos Antonio devono ancora cresce. Provedel e Romagnoli, invece, sono giocatori intelligenti e di esperienza e sono finiti in un reparto già migliorato dal primo anno di Sarri. Penso a Marusic e Lazzari, oltre a Patric, che hanno fatto grandi passi avanti. Lo stesso Danilo (Cataldi ndr) è cresciuto molto nelle letture difensive“.

sarri cremonese

Marco Parolo ha poi parlato di Immobile: “Ciro ha raggiunto una maturità tale che può anche fregarsene di quello che lo circonda. Questo l’ho notato nell’intervista che abbiamo realizzato io e lui. Ciro dalla sua parte ha i numeri, la gente può parlare quanto vuole ma alla fine ciò che conta sono quelli e basta. Ora lo vedo molto sereno. Pensare a Immobile come problema della Nazionale anche no anzi meno male che c’è lui, in azzurro“.

Seguici anche su Instagram