• Tempo di lettura:3Minuti

È finita l’era di Giancarlo Antognoni nello staff della Fiorentina. La bandiera viola viene salutata dalla società con un annuncio sul sito del club.

“In seguito all’incontro avvenuto nel corso del pomeriggio di oggi tra il Direttore Generale Giuseppe Barone e Giancarlo Antognoni, la Fiorentina prende atto, con profondo rammarico, della volontà di Antognoni di non proseguire il rapporto di collaborazione con il Club. La Società aveva individuato per Giancarlo Antognoni il ruolo di Direttore Tecnico del settore giovanile. Una proposta e un ruolo identificati come la soluzione ottimale e perfetta per entrambi. Il fiuto innato e la grande abilità di Giancarlo Antognoni nello scovare nuovi talenti avevano spinto il Club a proporgli un ruolo così importante in un’area, quella Tecnica e di Scouting del Settore Giovanile, che è la base di partenza dei futuri successi di ogni Club. Area ritenuta ancora più fondamentale proprio dalla Fiorentina come dimostra il grande investimento sui giovani con il futuro Viola Park. La Fiorentina, Il Presidente Commisso e la sua famiglia, il Direttore Generale Giuseppe Barone, il Direttore Sportivo Daniele Pradè, tutta la Dirigenza e la Famiglia Viola ringraziano Giancarlo Antognoni per tutto quello che ha dato alla Fiorentina in questi anni e gli augurano le migliori soddisfazioni per il suo futuro, umano e professionale. Giancarlo rimarrà sempre Bandiera Viola”.

Questa la nota del club viola a riguardo l’ex centrocampista della squadra negli anni ’70 e ’80. Bandiera della squadra di quegli anni, la stella del grande calcio fiorentino ha collezionato la bellezza di 341 presenze e 61 gol a cui si aggiungono la Coppa Italia della stagione 19774-75 e la Coppa di Lega italo-inglese 1975.

Ma Antognoni è riconosciuto come una vera prodezza del calcio non solo a Firenze, bensì in tutta Italia: 73 partite in azzurro e 7 gol che l’hanno reso Campione del Mondo nel 1982 in Spagna.

Nel 2010 viene inserito nelle “Leggende del Calcio” del Golden Foot e nel 2018 viene inserito nella Hall of Fame come veterano del calcio italiano.

Un rapporto di amore quello tra Antognoni e la Fiorentina che termina soltanto ora. Iniziato nel 1972 e che ha visto la separazione solo nel 2021. Per chi ha avuto la fortuna di vederlo giocare, sa bene che personalità del suo calibro rappresenteranno il calcio nei secoli e secoli a venire.

Nonostante questa scissione, il binomio Fiorentina-Antognoni non smetterà mai di esistere, soprattutto nel cuore dei tifosi viola.

Seguici anche su www.persemprenews.it