• Tempo di lettura:2Minuti

Un racconto a 360 gradi, dall’inizio della sua carriera, il Senegal fino ad arrivare al Napoli: Kalidou Koulibaly ha parlato ai microfoni di Canalplus.it. Il difensore azzurro, attualmente positivo al Covid ma in ritiro con la sua nazionale per la Coppa D’Africa, ha rivelato il forte interesse avuto su di lui dal Paris Saint-Germain:

Ho avuto contatti con diverse squadre in passato: erano molti i club interessati, tra cui il Psg. Non mi piace parlarne, è qualcosa che provo a sorvolare a volte. I parigini erano interessati e ciò mi rende felice, perché ricevo una gratificazione per il mio lavoro, mi spinge a fare ancora meglio. Non so se il Psg mi voleva prima di Ramos, è un idolo per tutti. C’erano delle offerte, ma il Napoli ha deciso di trattenermi, dimostrazione dell’amore che la squadra ha per me”.

La sua carriera

Koulibaly poi ha continuato a parlare dei suoi inizi, di quando aveva il sogno di diventare un calciatore professionista:

All’inizio sono stato considerato troppo basso per fare il difensore. Sono cresciuto in un club di quinta divisione, il quale mi ha permesso di crescere. Ho giocato con alcuni padri di famiglia, con persone che venivano ad allenarsi dopo il lavoro. Sognavo di diventare un calciatore professionista: volevo ricevere numerosi autografi da bambino, ora a Napoli ne firmo tantissimi”

E sul Senegal, in vista della prossima Coppa d’Africa, Koulibaly ha detto:

Sogno di conquistare un trofeo con il Senegal, spero che si concretizzi questo mio desiderio”