• Tempo di lettura:2Minuti

Marco Tardelli è uno dei tanti eroi che fecero sognare l’Italia negli anni 80. Il giocatore azzurro ha dimostrato in quegli anni di avere una grande dote e soprattutto spiccata personalità. Le sue gesta, i suoi gol e quella voglia di dimostrare la forza del gruppo ha dato un’immagine perfetta dell’Italia in quella fantastica spedizione spagnola. Adesso Marco Tardelli è un opinionista, un critico di calcio e un analista delle varie situazioni nel mondo del pallone. L’ex giocatore della Juventus ha analizzato il non rinnovo contrattuale dell’attaccante Paulo Dybala. L’argentino ancora non ha dato il suo ok definitivo e la dirigenza bianconera nicchia. La situazione è satura e questo ovviamente sta comportando sconforto ai tifosi. Ecco le parole di Tardelli come riportato da La Stampa: Il caso Dybala certamente non aiuta. Un errore da ambo le parti che potrebbe costare caro ad un gruppo che tenta faticosamente di ritrovarsi. Non vogliamo sapere da che parte stia la ragione, ma gli ultimi accadimenti non hanno favorito la possibilità di un accordo. Ripicche inutili, sguardi verso la tribuna dopo gol che contano poco, servono invece solo a dividere l’ambiente e creare problemi. Dybala dovrebbe prendere per mano i compagni, facendo così capire a tutti che lasciarlo andare sarebbe un errore madornale. Nel calcio sono il campo e lo spogliatoio che decidono, tutto quello che accade fuori passa in secondo piano”. Un’analisi completamente differente da quella di Claudio Gentile che ha criticato la situazione contrattuale di Dybala. L’ex allenatore della Nazionale under 21 vincitrice dell’Europeo 2004 pensa che l’argentino resti alla Juventus e che la situazione si risolva nel migliore dei modi.