Memorie in Bianconero: “All’ombra de’ cipressi e dentro l’urne Confortate di pianto è forse il sonno Della morte men duro?”Quando l’argomento sfiora l’ineluttabile, per chi ha fatto studi classici e si è imbattuto almeno una volta nella teoria del”nulla eterno” di Ugo Foscolo, il riferimento all’incipit de “I Sepolcri” appare quasi ineludibile, come un balzello da pagare alla memoria dei giorni sui banchi di scuola.Non può essere altrimenti anche in occasione della lettura del bel testo qui in oggetto ad opera di Giovanni ARBUFFI dal titolo eloquente: “MEMORIE IN BIANCONERO”.

Eloquente in relazione alla memoria che le gesta di uno sportivo defunto lascia dietro di sè in coloro che hanno assistito ai momenti di gloria o in coloro che si appassionano alla ricostruzione di detta memoria per tramandare le gesta, come nel caso dell’autore di questo libro, che è un’autentica fucina di aneddoti, di curiosità e di dati storici, impastati di una vaga atmosfera d’antan che non guasta.

Se il termine ultimo di ogni umana esistenza è il trapasso “a miglior vita”, nulla di più semplice ed azzeccato che andare a ricercare testimonianze delle passate giornate sui campi di calco, dalle epiche stagioni dei pionieri fino ai giorni nostri, là dove una lapide o una pura scritta possono evocare ricordi e conoscenze dei fatti e dei personaggi incontrati e frequentati sui testi di storia. Vale per ogni comparto del quotidiano, vale a maggior ragione per le passioni istintive: vale all’ennesima potenza per la propria squadra del cuore.

Giovanni ARBUFFI percorre un lungo sentiero attraverso cimiteri e campisanti di ogni dove per identificare, riordinare, elevare, ripristinare decine e decine di personaggi che hanno portato la maglia bianconera durante 124 anni di storia, insieme a coloro che hanno fatto grande la Juventus dietro una scrivania o con la loro competenza di dirigenti o allenatori.Senza scala di importanza o di censo, senza dare precedenza ai più presenti rispetto ai meno assidui: in perfetta sintonia con la filosofia de “‘A livella” di decurtisiano splendore. MEMORIE IN BIANCONERO è una vera enciclopedia dei nomi che hanno fatto grande la Juventus; presi uno per uno, spiegati in vita ed osservati oltre di essa; una fonte di notizie inesauribile, impastate di sport e di vita quotidiana; una visuale originale oltre ogni logica apparenza.E’ un testo che non può e non deve mancare nella personale biblioteca di ogni tifoso/studioso della Vecchia Signora bianconera, poichè è studiando il passato che si comprende meglio il motivo per cui si vive un presente come l’attuale, evitando di farsi travolgere dai fatti.

Marco Sanfelici