• Tempo di lettura:2Minuti

Una doppia vita per Federico Gatti: il giovane difensore sta portando a termine la stagione con il Frosinone, che si sta giocando un posto in Serie A e a settembre inizierà la sua esperienza alla Juventus. Bloccato a gennaio con la firma del contratto alla Continassa, il difensore sta realizzando il sogno di tanti ragazzi che calciano il pallone. Poi in due anni il grande salto: dalla Serie D alla Juventus, un’emozione ancora incredibile per il 23enne che non riesce ancora a capire tutto questo. Ecco le sue parole a TuttoSport:

Mi sembra ancora tutto surreale. Cerco di non pensarci troppo perché sono convinto che il mio futuro passerà da queste ultime partite in Serie B. Non farlo sarebbe impossibile, penso anche alle stagioni in Eccellenza. I compagni degli anni nei dilettanti sono i miei primi tifosi, sono molto orgogliosi della mia scalata”.

Poi continua:

“Da gennaio ho gli occhi di tutti puntati addosso e non posso sbagliare né in campo né fuori. Devo continuare così. Sono sicuro che non mi siederò perché l’esperienza passata di alzarmi alle sette del mattino e lavorare fino a sera come serramentista mi ha formato“.

Gatti-De Ligt la coppia difensiva del futuro?

“Parliamo di un extraterrestre. Quando io giocavo in Eccellenza, De Ligt era già protagonista in Champions con l’Ajax e del leggendario club olandese era anche il capitano. È un difensore fantastico“.

Il carattere di Chiellini e i piedi di Bonucci, questo è quello che dicono di Federico Gatti. Ma cosa ne pensa il centrale del Frosinone di questo?

“Non scherziamo! Parliamo di due monumenti, professori del calcio mondiale. Io non ho nemmeno una presenza in Serie A, come posso paragonarmi a campioni come loro? Ho incontrato Chiellini e Bonucci a gennaio ed è stato fantastico: mi hanno accolto alla grande, sono stati super gentili. Voglio imparare tanto da loro”.