• Tempo di lettura:2Minuti

Il pomeriggio di sabato si accende con uno dei big match più emozionanti degli ultimi anni: la Juventus ospita allo Stadium l’Atalanta, in una sfida che sa troppo di Champions. I bianconeri sono forti della vittoria all’Olimpico contro la Lazio di Sarri mentre i bergamaschi hanno fatto faville con lo Spezia, vincendo 5-2. La squadra di Allegri deve assolutamente fare punti per continuare a rimanere alta mentre i ragazzi di Gasperini vogliono consolidare il quarto posto.

Ad arbitrare la sfida c’è Ayroldi e fischia l’inizio alle 18:00: la sfida inizia con uno studio da entrambe le squadre ma piano piano i singoli cominciano ad emergere. Zapata inizia le sue cavalcate in solitaria ma la difesa bianconera si fa trovare pronta. O così sembra fino al 28′. La Dea recupera la palla a metacampo e Djmsiti verticalizza con un tocco. Il numero 91 tira un potente piattone, tocca la parte inferiore della traversa ed sfonda la rete. Un errore della Juventus dà la possibilità all’Atalanta di andare in vantaggio. Le due compagini tornano negli spogliatoi con il risultato 0-1 a favore dei bergamaschi.

La seconda frazione di gioco vede i bianconeri in grande fatica: Chiesa non riesce a continuare e viene sostituito da Bernardeschi. La Juventus comincia piano piano ad avvicinarsi alla porta nerazzurra ma gli infortuni continuano e anche McKennie si è fatto male. Allegri sceglie Kean per sostituirlo. L’Atalanta aspetta e quando può, prende palla e lancia Zapata ma viene contenuta dalla difesa bianconera. Negli ultimi minuti c’è un arrembaggio della Vecchia Signora ma la Dea non demorde e mantiene la fase difensiva a buoni livelli. La squadra di Gasperini tenta anche il raddoppio ma non riesce a concludere. Occasionissima al 94′ per Dybala: il numero 10 tira una bellissima punizione che però si stampa sulla traversa, Musso esulta come fosse un gol.

Con questa vittoria, l’Atalanta sale a 28 punti in classifica, raggiungendo l’Inter che dovrà affrontare il Venezia nel match del sabato sera. Juventus di nuovo ferma e il quarto posto ormai dista 7 punti: con la sconfitta, la quota rimane 21, con la possibilità da parte della Lazio di superare la squadra di Allegri. I prossimi impegni di Juventus e Atalanta saranno Salernitana fuori casa per i bianconeri e Venezia per i nerazzurri.