• Tempo di lettura:2Minuti

Notizia di straordinaria importanza è giunta dagli Stati Uniti: il fondo Pif sta per acquistare l’Inter per 1 miliardo di euro. A lanciare l’indiscrezione è stato l’International Business Times, giornale molto vicino nel campo delle compravendite internazionali. Il giornale ha evidenziato come il gruppo diretto da Steven Zhang avrebbe accettato l’offerta del fondo saudita che diventerà così il principale azionista dei neroazzurri. L’annuncio dovrebbe sopraggiungere all’inizio del 2022. Se si va ad analizzare i costi, l’Inter ha perso circa 320 milioni di dollari a causa della liquidità scarsa data dai mercati cinesi. Oltretutto l’analisi mensile registra una perdita pari a 15 milioni di euro. L’IBT ha anche parlato con Andrea Zanon che ha rilasciato quanto riportato da tutto mercato web: “sotto la guida del principe ereditario MBS, l’Arabia Saudita sta diversificando la propria economia in modo aggressivo. Con l’acquisizione dell’Inter, che si aggiunge alle potenziali acquisizioni della squadra francese del Marsiglia, nonché di una squadra brasiliana di alto livello sconosciuta, KSA mira a diventare un giocatore importante nel calcio internazionale. Le acquisizioni di queste squadre sono anche in linea con l’investimento strategico prioritario da MBS vision 2030, che è il progetto della visione e della trasformazione economica di KSA. PIF sta sfruttando la sua massiccia liquidità generata dai proventi del petrolio, per diversificare l’economia saudita lontano dagli idrocarburi e investire in sport, turismo e intrattenimento, tra gli altri. Questo sarebbe stato impensabile prima che il principe ereditario MBS subentrasse nel 2017 e una volta che questa acquisizione sarà pubblica, l’Inter diventerà la squadra più ricca del mondo. Inoltre, grazie alla partnership con la KSA, attraverso l’Inter, l’Italia può pensare in grande e riconquistare il prestigio calcistico internazionale che ha perso negli anni”.