Chi pensava che l’addio di Lukaku si sarebbe fatto sentire si sbaglia. Infatti Edin Dzeko sta trascinando l’Inter, persino meglio del belga.

Scetticismo– Con l’addio di Lukaku e Hakimi erano in molti i tifosi interisti ad avere dei dubbi sulla squadra. I principali artefici dello scudetto, assieme a Lautaro, se ne andavano per riempire le casse nerazzurre. E al posto della punta arrivava un 35enne Edin Dzeko a parametro zero dalla Roma. Scetticismo generale per la squadra Inzaghi. Ma il mister ex Lazio ha dimostrato di saper tenere testa a tutte le altre squadre di A. Inter terza a -4 punti dalla vetta, che vanta anche una vittoria contro il Napoli, primo in classifica. E parte del merito va anche al bosniaco, che ha fin qui messo a segno 7 gol e 2 assist in campionato.

Champions League– Ma i successi arrivano anche in Europa, dove, dopo 10 anni, finalmente l’Inter è andata oltre alla fase a gironi. Con 3 reti e 1 assist in 5 partite, il migliore dei nerazzurri in Champions è proprio Dzeko. Insomma, un acquisto che si è rivelato fruttuoso per le prestazioni, specie alla luce dei 115 milioni che il Chelsea ha dato all’Inter. A proposito del belga: finora ha segnato in tutte le competizioni appena 4 reti, certamente meno del cigno di Sarajevo. Ma se si considera la scorsa stagione in 14 partite aveva già segnato 11 reti in campionato, oltre che 3 in tutta la fase a gironi. Leggermente meglio di quanto stia facendo ora il bosniaco, ma c’è una leggera differenza: lui giocherà gli ottavi e l’Inter ce l’ha portata lui fin lì.

Conclusioni– Alla luce di ciò sembra che i principali detrattori della nuova punta in casa Inter debbano ricredersi. Il giocatore ha dimostrato di meritarsi più lodi che critiche, e lo ha fatto a suon di gol. Chissà quanti ne farà a fine stagione e dove potrà condurre l’Inter.