• Tempo di lettura:3Minuti

Allo Stadio Pierluigi Penzo di Venezia va in scena la quinta giornata di campionato di Serie A Tim, con i lagunari che ospitano i granata di Ivan Juric. La partita termina in parità, su risultato di 1-1.

Il primo tempo si apre con un’occasione per il Torino, dopo cinque minuti dal fischio d’inizio: Pobega cerca l’inserimento di Linetty, ma il pallone è troppo lungo e il pallone si spegne tra le braccia del portiere del Venezia.

Gli arancioneroverdi rispondono poco dopo con un sinistro di Okereke, che finisce fuori di poco a lato. Lo stesso giocatore ci riprova di testa poco più tardi, ma il pallone finisce alto. 

I granata cominciano a farsi sentire e al 22’ Sanabria si rende protagonista di un bel gesto tecnico, stoppando il pallone di petto e tirando al volo: la conclusione termina alta sopra la traversa. Il Venezia risponde immediatamente e trova la rete dell’1-0 siglata da Johnsen, ma la rete viene annullata per evidente fuorigioco.

A circa dieci minuti dal termine del primo tempo si fa male Vacca, ed è costretto al cambio: al suo posto entra Ampadu.

Il primo tempo si conclude quindi sul risultato di 0-0.

Il secondo tempo si apre con un’altra occasione per il Torino, che parte dai piedi di Singo: con una buona giocata sulla destra riesce ad arrivare in porta, ma la sua conclusione viene murata.

Al decimo del secondo tempo finalmente si sblocca la gara, in favore dei granata di Juric: sempre Singo, dopo una grandissima accelerazione, riesce a trovare agilmente Brekalo, che deve soltanto appoggiare il pallone in rete. 1-0 per il Toro.

Dal 76’ al 78’ minuto succede di tutto: Djidji riesce nell’impresa di farsi ammonire ed espellere, il tutto in tre minuti. Inoltre, come in un deja-vù di Torino-Lazio, causa un calcio di rigore in favore del Venezia dopo un brutto fallo su Okereke: dal dischetto va Aramu, Vanja tocca ma non riesce a deviare abbastanza la conclusione. Il Venezia si riporta quindi in parità, 1-1.

A tempo scaduto, dopo una parata di Vanja, un contropiede fulmineo del Toro potrebbe concretizzarsi nel gol della vittoria con Mandragora, che però fallisce clamorosamente tirando addosso a Maenpaa, che congela così il risultato.

La partita termina così, sull’1-1 finale. Il Torino sale al nono posto con nove punti, il Venezia resta in zona retrocessione, al diciottesimo posto con quattro punti.

Formazioni:

Venezia (4-3-3): Maenpaa; Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Schnegg (st 18′ Ebuhei); Crnigoj (st 18′ Aramu), Vacca (pt 38′ Ampadu), Busio (st 41′ Fiordilino); Kiyine, Okereke, Johnsen (st 41′ Henry). A disp: Neri, Arvidsson, Modolo, Molinaro, Ceccaroni, Bjarkason, Peretz, Heymans, Tessmann, Forte. All. Paolo Zanetti.

Torino (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Bremer, Rodriguez; Singo (st 26′ Vojvoda), Lukic, Pobega (st 26′ Mandragora), Ansaldi; Linetty (st 12′ Baselli), Brekalo (st 34′ Zima); Sanabria. A disposizione. Berisha, Buongiorno, Rincon, Verdi, Warming. All. Ivan Juric.

Reti: 11 st. Brekalo (T), 28 st. rig. Aramu (V)

Ammonizioni: 43 pt. Pobega (T), 14 st. Milinkovic-Savic (T), 14 st. Ampadu  (V), 24 st. Djidji (T).

Espulsioni: 26 st. Djidji (T)

Seguici anche su www.persemprenews.it