• Tempo di lettura:3Minuti

Alexander Blessin ha commentato il pareggio maturato contro l’Empoli per 0-0, il sesto consecutivo della sua gestione. Trend che non sta minimamente pagando in ottica salvezza, distante 7 punti. Queste le parole del tecnico del Grifone.

Genoa sfortunato, ma ha dato tutto:

“L’unica cosa non mancava il ‘sale nella zuppa’ ma, come recita un nostro detto, ‘il capello nella zuppa’. Al 90% abbiamo dominato la partita, l’avevamo in pugno, alla fine è mancato solo il gol”.

Il Genoa di Blessin è sempre più squadra, al di là delle difficoltà:

“Per 90 minuti non si può sempre difendere, è stato così anche contro l’Inter. Sono molto contento della prestazione della squadra, di quello che ha dato. Chiaramente non per il risultato ma la squadra ha mostrato compattezza. Ci sono sempre aspetti da migliorare ma sono contento di come ha giocato la squadra. Oggi volevamo dare ai nostri tifosi la vittoria. Il desiderio più grosso per oggi era festeggiare questi tre punti con questi tifosi eccezionali. Siamo tristi per non aver vinto ma ora dobbiamo pensare al prossimo giorno. La vita continua e ci prepariamo per la prossima partita”.

Perchè è stato ammonito?

“Non so perchè sono stato ammonito in quel momento perchè sono andato dal quarto uomo e ho chiesto perchè non era rigore. Non voglio trovare alibi con l’arbitro, non è il mio modo di agire. E’ difficile discutere il tutto dopo la partita. Abbiamo visto tirare la maglia, una situazione simile è accaduta qualche partita fa con Destro. Sono cose che forse non erano a nostro favore ma non è facile giudicare. Non do colpe, noi stessi siamo responsabili se vinciamo a non vinciamo e non voglio dare colpe a nessuno. E’ un peccato vedere questi ragazzi che oggi hanno lottato, dato l’anima in campo e non sono stati ricompensati con il gol. Ci vuole anche fortuna in certe decisioni arbitrali, dove magari il VAR non interviene, ma, ripeto, non vogliamo dar colpe a nessuno”.

Poteva giocare con Destro e Yeboah?

“Non volevo cambiare la struttura della squadra. Fino a quel momento avevamo fatto bene e penso che abbiamo fatto 18 tiri in porta giocando bene con una punta. Ugualmente giocando con una punta abbiamo avuto molte occasioni da gol. Io mi chiedo sempre se abbiamo fatto bene o no però penso che rifarei le stesse scelte. Abbiamo avuto molte occasioni da rete anche con un solo attaccante”.

Seguici anche su News – Per Sempre News