• Tempo di lettura:2Minuti

Che tra Vavro e la Lazio non sia scattata la scintilla non c’erano dubbi. Il difensore ha lasciato Roma e la squadra in questa sessione di mercato e adesso al Copenaghen ha iniziato a parlare del periodo vissuto con la squadra con toni abbastanza polemici. Infatti a Sport24.sk, giornale slovacco, Vavro ha dichiarato: “Non mi pento di essermene andato. Ci ho provato e ho scoperto come è giocare nel campionato italiano. Se fossi andato da qualche altra parte, oggi potremmo parlare di un club diverso dal Copenaghen. Sono rimasto deluso dalla Lazio. Non solo io, i miei amici, la famiglia e l’agente. Forse se avessi aspettato un altro anno, sarebbe stato diverso. Non si sa mai. L’ho provato e non ha funzionato per niente. Ora comincio come dall’inizio. Ho 26 anni ed è un’età su cui puoi ancora costruire. Non sono né giovane né vecchio. Chi come me ha fatto lo stesso errore? Ti dirò un nome: Milan Skriniar. Il primo semestre in Italia non è stato facile per lui e voleva tornare. Ma poi ha avuto una possibilità e non l’ha lasciata andare e l’ha afferrata. Al contrario, non ne ho avuto la possibilità. Ho avuto una partita e non di più. Non conto l’Europa League. Quindi si tratta se l’allenatore gli dia una possibilità. Un giocatore può fare qualsiasi cosa per giocare. Tuttavia, se l’allenatore non gli dà una possibilità, può fare quello che vuole”.