• Tempo di lettura:2Minuti

Gianpiero Gasperini dopo la fine della partita contro l’Empoli è intervenuto ai microfoni di DAZN per l’ultima intervista di questa stagione e ha analizzato il percorso della sua squadra e le prospettive future.

“Per quanto riguarda i risultati, una stagione a due facce: positiva nella prima, anche se ci sono stati rammarichi per la qualificazione agli ottavi di Champions mancata. Nella seconda parte della stagione non ci sono stati i risultati ma non sono mai mancate le prestazioni”.

G. Gasperini

Continua parlando dei cambiamenti societari che da febbraio sono in atto e sul profondo legame che ha con l’ambiente atalantino:

“Questa partita è lo specchio della seconda parte della stagione. Ultima partita mia qui? Sono molto legato a questo straordinario ambiente e alla società. Abbiamo buttato tutto in queste ultime partite. Ora dovremo incontrarci e parlare: finora non ne abbiamo avuto il tempo. Ci sono state novità in società, con l’arrivo di persone nuove: dovremo confrontarci e decidere cosa fare.”

G. Gasperini

Poi ci tiene a sciogliere il nodo sul suo futuro dicendo:

“Io sarò sempre grato a questa società, se vorranno separarsi ne prenderò atto serenamente. Siamo a fine stagione, ma ci vuole un attimo a ripartire. Sarebbe importante avere la condivisione di quello che si vuole fare; le ultime venti partite devono fare riflettere. Se ci saranno le stesse vedute, e credo ci saranno, si ripartirà con nuove motivazioni e nuovi programmi”. 

G. Gasperini

Dalle sue parole traspare sia la gratitudine, sia la voglia di continuare a fare cose grandi insieme all’Atalanta. Un fattore chiave è stato giocato anche dal rispetto reciproco con i tifosi, che dopo la sconfitta hanno intonato un coro, che ha coinvolto tutto lo stadio, che esclamava ad una sola grande voce: “Gasperini resta a Bergamo”. Ora è la società che deve fare la sua parte per continuare la sinergia con l’allenatore che da quando siede sulla panchina neroazzurra ha trasformato la regine delle provinciali in una delle regine del campionato e d’Europa.