• Tempo di lettura:2Minuti

Simone Verdi sta tornando quello di un tempo grazie alla continuità sul campo. Dopo i periodi passati più in panchina che in campo, il centrocampista offensivo sta trovando maggior spazio con la Salernitana. Dal suo approdo in Campania ha saltato solo una partita e la maggior parte delle gare è stata da titolare segnando anche.

Simone Verdi ha parlato del suo periodo di transizione da Torino a Salerno ai microfoni di Zona Cesarini, trasmissione di TuttoSalernitana.com in onda su SudTv, come ha riportato TMW: “dopo un periodo di inattività è normale avere qualche problema fisico, sabato eravamo partiti benissimo ma dopo il secondo gol ci siamo un pò tutti spenti, credo sia più una cosa mentale che fisica. Ora c’è una partita importante e poi la sosta che potrà servire per lavorare di più e migliorare la condizione fisica. Ruolo? In questo momento il mister ha fatto la scelta del 4-4-2 con due esterni offensivi, una punta fissa e una che gira intorno. Con questo modulo i due esterni devono anche dare una mano in fase difensiva e c’è quindi il rischio di perdere qualcosa in fase offensiva. Siamo però in una posizione di classifica in cui bisogna vincere le partite e quindi cercare di giocare con tanti calciatori offensivi. Credo sia questa la strada giusta. Da quando è arrivato Nicola, a parte la partita con l’Inter, abbiamo anche espresso un buon calcio. Anche con la Juventus dobbiamo giocarcela, sappiamo che sulla carta è una squadra fortissima ma noi dobbiamo cercare di fare punti con tutti senza pensare che la partita sia già persa”.