• Tempo di lettura:1Minuto

E’ un Cataldi abbastanza arrabbiato quello uscito dal campo ieri sera. Il centrocampista della Lazio ha segnato il gol del 2-2 ma non è bastato per qualificare la Lazio per il turno successivo di Europa League. Come all’andata, la squadra di Sarri ha lottato, andata in vantaggio ma due disattenzioni sono state fatali. Il Porto ha giocato come meglio ha potuto, anche se la Lazio avrebbe meritato di realizzare almeno 2 gol. Tra pali, traverse, salvataggi sulla linea, gol in fuorigioco, nella serata romana è accaduto di tutto. La Lazio esce a testa alta, ma il rammarico di poter accedere alle fasi finali di Europa League è molto ed è elevato. In conferenza stampa Danilo Cataldi ha parlato della sfida al Porto: “queste due partite contro il Porto ci dicono che siamo una squadra che se la può giocare con tutti. C’è amarezza perché avremmo meritato qualcosa in più. Questo è un percorso che parte da lontano che spero possa portare risultati importanti nel breve periodo. Domenica ci aspetta una partita difficile, stiamo crescendo e possiamo giocarcela con tutti. Da qui a fine stagione potremo sicuramente toglierci soddisfazioni importanti, ma ovviamente sarà il campo l’unico giudice”.