• Tempo di lettura:2Minuti

Terzo match di giornata, partita del sabato sera: Cagliari-Atalanta accende gli animi del weekend. La squadra di Mazzarri, ultima in classifica, ospita i ragazzi di Gasperini che vengono dal 2-2 rimediato nel recupero contro la Lazio. La sfida all’Unipol Domus è programmata per le 20:45 e l’arbitro dell’incontro è Piccinini.

Il primo tempo di Cagliari-Atalanta

La Dea parte fortissima e passa in vantaggio subito al 6′: l’azione inizia al limite dell’area, Zapata apre per Zappacosta che butta in mezzo e Pasalic sul secondo palo spinge la palla in rete. I padroni di casa non perdono di coraggio e nel momento più bello dell’Atalanta, Joao Pedro regala il pareggio ai suoi. Il numero 10 elude l’intervento di Demiral e batte Musso sul primo palo. Verso la fine del primo tempo però i bergamaschi tornano di nuovo in vantaggio: Koopmeiners gestisce un pallone sulla destra e serve al centro dell’area Zapata. Il numero 9 in girata, batte Cragno per l’1-2.

I secondi 45 minuti (più recupero) del match

Tornati in campo, il Cagliari parte fortissimo e sfiora il gol del pareggio: i padroni di casa non demordono e provano a tutti i costi di fare il 2-2. Al 56′ però Piccinini fischia rigore sull’intervento troppo duro di Andrea Carboni ma la confusione ne fa da padrona in campo e il direttore di gara annulla la sua decisione dopo aver consultato il VAR. Continuano ad esserci azioni a destra e manca ma l’Atalanta va vicinissimo più volte al gol dell’1-3: il solito Zapata porta avanti sempre l’attacco dell’Atalanta. Nel recupero anche Zappacosta che controlla bene il passaggio in area e tira una rasoiata che esce di un soffio.

La partita finisce 1-2 in favore dell’Atalanta: così la Dea sale a quota 22 in classifica e conquista uno scalino in più. Profondo rosso Cagliari: la squadra di Mazzarri continua a perdere e cade sempre più in basso a 6. Mazzarri vicino all’esonero? I prossimi impegni di Atalanta e Cagliari sono i seguenti: Spezia per i bergamaschi e Sassuolo fuori casa per i sardi.