• Tempo di lettura:2Minuti

Il Genoa affronterà una partita abbastanza complessa contro l’Inter. La squadra di Blessin dovrà far di tutto per blindare la porta, ma contro la corazzata interista sarà molto difficile. Il Genoa sta navigando in pessime acquee, ma sia l’allenatore che i tifosi hanno sempre provato dare il 110% in qualunque momento. Una situazione che ad inizio anno nessuno aveva pronosticato, ovvero vedere il Grifone annaspare nella bassa classifica.

Contro l’Inter servirà una solida difesa, un attacco eccellente e soprattutto tanta resistenza a centrocampo. In conferenza stampa Blessin, come ha riporato TMW, ha delineato gli aspetti principali che dovrà svolgere il Genoa per affrontare al meglio la squadra neroazzurra: “ci devono essere alternative del modulo di gioco. Io penso che il motivo del cambio del modulo non sono stati i problemi riscontrati all’inizio contro il Venezia. All’inizio non ci hanno permesso di fare il nostro gioco e il pressing che volevamo. Lì abbiamo perso molte seconde palle e i giocatori sanno il perché non abbiamo giocato bene nei primi 20-25 minuti. E’ una squadra che difende altissima e ti mette in difficoltà subito con un pressing alto. Lo fanno nel miglior modo possibile. Contro una squadra così bisogna sfruttare, laddove ce lo permetteranno, gli spazi lavorare sui dettagli e fare tutte le cose in campo con l’aggressività giusta. E’ quello che voglio dai ragazzi. Di essere coraggiosi e non aver paura di sbagliare”.

blessin genoa
Foto Twitter Sportlive

Contro l’Inter, Blessin vuole massima concentrazione e soprattutto proverà a recuperare Amiri e Vanheusden. Su questo tema, l’allenatore del Genoa ha dichiarato: “Amiri sta meglio, si è allenato al pieno delle sue forze. Vanheusden sta facendo una cura conservativa vedremo come reagisce a questa cura. Domani Amiri avrà i suoi minuti di gioco”.