• Tempo di lettura:2Minuti

Poteva essere uno dei nomi caldi degli ultimi giorni di mercato: Andrea Belotti ha invece riportato un infortunio al perone che lo ha costretto ad abbandonare il ritiro della Nazionale. Il capitano granata ha sentito dolore dopo uno scontro di gioco subito durante Fiorentina Torino. Per ora sembra esclusa la necessità di un’operazione chirurgica ma Belotti potrebbe rimanere lontano dai campi per oltre un mese.

Una tegola che si abbatte nel già problematico avvio di stagione della squadra di Juric che ha cambiato stile di gioco ma non sta raccogliendo i frutti sperati. Il gol nella partita d’esordio contro l’Atalanta aveva fatto sperare in un “Gallo” tirato a lucido e pronto a sostenere la causa del nuovo tecnico. L’infortunio del centravanti della Nazionale e campione d’Europa scombina i piani del Torino e del suo tecnico che dovrà affidarsi a Sanabria senza sperare in un intervento lampo nell’asfittico mercato messo in piedi da Cairo.

Difficile infatti, anche per questioni di tempo, che i granata possano tempestivamente intervenire sul mercato per sostituirlo: il Torino dunque dovrà fare i conti con un’ennesima difficoltà in un’annata che doveva essere del rilancio e che potrebbe prendere una brutta piega.

Se il Gallo dovesse finire sotto i ferri, l’orizzonte del Torino diverrebbe improvvisamente molto nuvoloso. È inutile ribadire che il centravanti sia di una categoria superiore rispetto al resto della rosa e che la squadra non possa prescindere da lui, soprattutto in un momento in cui con la sua vena realizzativa e con il suo attaccamento alla maglia poteva tirar fuori dalla palude della bassa classifica il Torino.