• Tempo di lettura:2Minuti

Il Genoa ha chiuso il mercato con tanti nuovi arrivi nella speranza di trovare in loro le motivazioni giuste per salvarsi. Il Genoa e la Salernitana sono le squadre che hanno utilizzato questa finestra di mercato per coinvolgere atleti pronti a dare battaglia da febbraio a maggio. La salvezza non è utopia, ma se si procede così per il Grifone la situazione diventerà insostenibile. Il presidente Alberto Zangrillo a Radio Rai, come ha riportato calciomercato.com, ha analizzato la situazione del Genoa e quali sono stati i punti focali di questo mercato: “E’ abbastanza chiaro che ci stiamo muovendo in modo diverso rispetto al passatoAbbiamo portato una rottura nella mentalità e non soltanto nel modo in cui abbiamo fatto il mercato fino a oggi. Ora abbiamo maggiore internazionalizzazione ed autonomia di pensiero, da cui poi deriva anche l’autonomia di scelta. Speriamo che i colpi che abbiamo messo a segno si rivelino positivi. La 777 Partners ha in mente un progetto a lungo-medio termine. Ciò non significa che stiamo tralasciando l’immediato. Abbiamo un obiettivo a breve termine molto chiaro: la salvezza. ​La classifica è brutta, se la guardi è impietosa ma non va vista. Non dobbiamo soffermarcisi troppo”.

I giocatori del Genoa hanno due compiti: quello di sfruttare l’occasione di recuperare punti allo Spezia, che a causa del blocco mercato non ha realizzato nessun colpo in entrata, e quello di dimostrare di esser appartenenti al Grifone. I tifosi genoani hanno sempre manifestato il loro tifo e da qui a maggio i giocatori hanno l’obbligo di poter dare una speranza di salvezza ai propri supporters.