• Tempo di lettura:3Minuti

Il campionato 2017/2018 aveva visto alla giornata 12 ben 5 squadre con punteggio altissimo. Delle top 6 solo il Milan era rimasto attardato.

Il Napoli capolista aveva 32 punti, seguito dalla Juventus con 31, dall’Inter con 30, dalla Lazio con 28 e dalla Roma con 27, mentre il Milan aveva solo 19 punti.

In questa stagione troviamo al primo posto una Juve inarrestabile con ben 34 punti, seguita dal Napoli con 28, dall’Inter con 25, dalla Lazio con 22, dal Milan con 21 e dalla Roma con 19.

Tolta la Juve, le altre non stanno disputando una stagione ai livelli della scorsa. Il Napoli stava tenendo ritmi indiavolati, con proiezione finale sui 100 punti, mentre adesso starebbe sugli 89 punti.

Risalta il -5 dell’Inter rispetto alla scorsa stagione. C’è da dire che i nerazzurri non avevano le coppe e che quest’anno sono partiti a handicap. A tenere a galla l’Inter quest’anno non è stato il mercato, che noi abbiamo ampiamente criticato, ma gli upgrade dei calciatori già presenti in rosa.

La Lazio è sempre sul pezzo, ma ha 6 punti in meno rispetto al 2017/2018. I biancocelesti hanno ottenuto il primo pareggio in stagione, dopo aver perso tutte le partite contro le top 6 e aver vinto tutte contro le restanti squadre.

Ben 8 punti in meno per una Roma che ha buttato tantissimi punti contro le piccole. I giallorossi sperano di invertire il trend rispetto alla stagione passata, dove avevano iniziato benissimo per poi andare in crisi con i freddi.

Il Milan aveva fatto malissimo lo scorso anno a questo punto della stagione, con una crisi nera e sconfitte assurde o l’umiliante pareggio contro il Benevento con rete nel finale del portiere Brignoli. Non molto meglio in questa stagione, nonostante l’aggiunta del Pipita Gonzalo Higuain. I due punti in più rispetto al 2017/2018 stanno comunque valendo ai rossoneri una posizione a ridosso della zona Champions.

Singolare è invece il caso dell’Atalanta, che anche la scorsa stagione non era partita benissimo, per poi spiccare il volo. Gli uomini di Gasperini sono già a +2 rispetto all’anno passato, nonostante il pessimo inizio. Gli orobici vengono da quattro vittorie consecutive, l’ultima delle quali ieri contro l’Inter, e sono a soli 4 punti dalla zona Champions. E le squadre avanti non stanno andando certo a ritmi indiavolati…

Tra le altre segnaliamo il +11 del Sassuolo, che è adesso in zona Europa League, grazie principalmente al lavoro di Roberto De Zerbi. La Samp, molto altalenante in questa stagione e che ha perso più pezzi pregiati, ha invece 8 punti in meno. Discorso diverso per i cugini del Genoa, con ben 8 punti in più rispetto al 2017/2018. I grifoni hanno ottenuto pochissimi punti nelle ultime partite, ma hanno giocato contro Juventus, Milan, Inter e Napoli.

Chiudiamo invece con il Chievo, che lo scorso anno stava facendo benissimo (16) punti mentre in questa stagione ne ha ottenuti la miseria di 3 sul campo (0 in virtù della penalizzazione).