Dopo la prima giornata delle partite delle tre competizioni UEFA, il ranking UEFA è stato aggiornato. Prendendo in considerazione le nazioni principali, la Francia ha nuovamente superato il Portogallo.

Foto www.uefa.com

L’Italia resta al terzo posto, tallonata dalla Germania e lontana da Inghilterra e Spagna. Terzo posto quasi impossibile da mantenere il prossimo anno, ma che potrebbe essere recuperato tra due anni.

Nel 2022/2023 si scarteranno i risultati della stagione 2017/2018. In quella stagione l’Italia aveva guadagnato circa 5.500 punti sulla Germania. Nell’annata successiva la Bundesliga aveva superato la Serie A di circa 2.500 punti.

Considerati i circa 2.000 punti di vantaggio attuali, affinché l’Italia possa mantenere il terzo posto nel ranking UEFA, le nostre squadre dovranno sopravanzare le tedesche di circa 3.500 punti. Missione teoricamente possibile ma comunque difficile. Fondamentale fare bene in Europa League e Conference League.

Si tratta comunque di un terzo posto platonico. Ricordiamo che tra la terza e la quarta piazza non cambia assolutamente nulla. Le nazionali che occupano queste posizioni manderanno sempre quattro compagini in Champions, due in Europa League e una in Conference League.